ARCHIVIO

Aidaa su Festa del Sacrificio: da presidente Boldrini nessun commento

ROMA. 3 AGO. Piccata nota nei confronti della presidente della Camera Laura Boldrini da parte del presidente dell’associazione animalista Aidda in merito alla festa mussulmana dell’Eid al-Adha o Festa del sacrificio, rea, secondo l’associazione, di non aver preso una posizione a tale proposito.

“Termina nella notte tra oggi e domani - scrive Aidaa - la festa musulmana del sacrificio costata la vita a oltre 25 milioni di animali nel mondo di cui 400.000 tra capre, montoni e agnelli in Italia.  Si tratta in assoluto della più grande mattanza  di animali a sfondo religioso nel mondo, In Italia e precisamente in Lombardia si sono verificati casi di macellazione clandestina in casa e nei giardini privati, e in tre casi a uccidere il capretto sarebbero stati dei bambini”.

“Ogni anno ammazzano in nome di Dio milioni di animali, in particolare pecore, capre e montoni ma anche cammelli ed altri milioni di animali nei quattro giorni della festa del sacrificio - spiega Lorenzo Croce, presidente di Aidaa - quello che meraviglia tornando all'Italia è il silenzio del presidente della Camera Laura Boldrini che ha fatto il diavolo a quattro salvando un'agnello in occasione della Pasqua cattolica, mentre non ha assolutamente detto una parola davanti a questo massacro dei musulmani. Come mai?”