ARCHIVIO

ADDIO A MONICA SCATTINI

ROMA. 4 FEB. Addio a Monica Scattini il volto della commedia all’italiana
Dopo una lunga malattia è mancata stamattina a Roma Monica Scattini, classe 1956 figlia del regista Luigi Scattini.

Attrice versatile che nel corso della sua carriera ha preso parte anche a grandi produzioni internazionali: nel 1982 è diretta daFrancis Ford Coppola nel film Un sogno lungo un giorno e nel 2009 è nel musical di Rob Marshall Nine, nel quale recitano, tra gli altri, Daniel Day Lewis, Nicole Kidman e Penélope Cruz. Nel 2010 interpreta il ruolo di Ilaria in Due vite per caso, e quello di Silvia Teodorani in Tutto l'amore del mondo. Nel 2012 invece, lavora nella produzione francese Cloclo, un film ispirato sulla vita del cantautore Claude François.

Monica che esordì nel 1974 in un film di Mauro Bolognini (Fatti di gente perbene). Era diventata il volto del teatro, ma soprattutto della commedia all'italiana. Spirito libero, aveva recitato in molti film interpretando spesso lo stereotipo della toscana benestante. Aveva lavorato con Ettore Scola (La Famiglia), con Mario Monicelli (Un'altra vita), in Lontano da dove, di Stefania Casini e Francesca Marciano, che le valse il Nastro d'Argento come migliore attrice nel 1983. Ha vinto anche il David di Donatello nel 1994, come migliore attrice non protagonista per il film di Simona Izzo, Maniaci sentimentali.

I funerali si svolgeranno sabato 7 febbraio a Roma, nella chiesa di Santa Maria in Trastevere, alle 12.30.

Francesca Camponero