ARCHIVIO

Addio Gaetano Tanzi, pittore dei cavalli e colonnello dell'Arma

GENOVA. 5 GEN. Si è spento a Genova, martedì scorso, all'età di 98 anni "il pittore dei cavalli" Gaetano Tanzi. Stamane il comandante interregionale dei carabinieri "Pastrengo" Riccardo Amato ha presenziato alle esequie del grande artista e tenente colonnello dell'Arma, svoltesi presso la Chiesa di Santa Maria dei Servi in via Cecchi. Il generale di Corpo d'Armata ha espresso alla moglie ed al figlio di Tanzi i sentimenti di cordoglio e sentita vicinanza dell'Arma per la dolorosa perdita.

Originario di Genova, ove nacque nel dicembre 1918, il Tenente Colonnello TANZI si formò presso la Scuola Militare Nunziatella di Napoli – di cui era presente alle esequie una rappresentanza – ed a seguire, divenuto Ufficiale dei Carabinieri a cavallo, partecipò al Secondo Conflitto bellico nonché alla Resistenza nelle fila del Fronte Clandestino di Resistenza dei Carabinieri. Già durante il percorso di formazione militare, l’Ufficiale sviluppò una forte passione per la pittura, realizzando le prime opere aventi per soggetto militari dell’Arma dei Carabinieri a cavallo. A partire dal 1950, abbandonata la carriera militare, la pittura assorbirà completamente le energie dell’Ufficiale, portandolo a sviluppare un percorso artistico che attraverso le personali riletture dell’Astrattismo, della Pop Art e del Cubismo, lo accrediterà quale artista di fama internazionale, con mostre espositive allestite in importanti sedi quali New York, Mosca, Montreal, Basilea ed il Sud America. Fissata la propria base artistica a Roma, nella celebre via Margutta, il Tenente Colonnello TANZI aveva in realtà viaggiato in tutto il mondo, scegliendo di dimorare a Panama. Era definitivamente rientrato nella sua Genova nel 2014, allestendo una mostra intitolata Fantasia 3000.

Dopo la funzione religiosa, il Comandante Interregionale dei Carabinieri “Pastrengo”, Gen. C.A. Riccardo AMATO, si è recato in visita presso la Stazione CC di Genova Maddalena ove ha espresso il vivo apprezzamento per lo sforzo quotidianamente profuso dai militari del reparto e per i lusinghieri risultati conseguiti nel contrasto alle forme di criminalità diffusa presenti nel territorio, con particolare riguardo ai reati contro la persona ed il patrimonio, nonché lo spaccio di sostanze stupefacenti. Analogamente ha fatto con una rappresentanza del personale della Compagnia di Intervento Operativo del 3° Reggimento Carabinieri Lombardia presente in sede e che, insieme alla Stazione, concorre a presidiare e pattugliare il centro storico.

Infine, l’Alto Ufficiale si è recato in visita alla Compagnia CC di Arenzano. Qui l’incontro con i militari, per il commento dei risultati ampiamenti positivi conseguiti l’anno passato dal reparto nell’azione di controllo del territorio a livello sia preventivo che repressivo, è proseguito con il pranzo presso la locale mensa insieme a tutto il personale della Compagnia.