ARCHIVIO

Abusivismo al Porto Antico: organizzato con vedette e caporali (Video)

GENOVA. 7 MAG. Al Porto Antico di Genova, nei pressi dell’Acquario e del Galeone, malgrado i continui blitz delle forze dell’ordine, la situazione non è cambiata.

Il video che vi proponiamo oggi, è stato girato un paio di ore fa al Porto Antico, nella zona del Galeone, fra parcheggiatori abusivi, questuanti e cosiddetti "vu cumprà" ma anche vedette e caporali.

Quello che balza agli occhi è la presenza massiccia di africani, in prevalenza senegalesi ed ivoriani.

La scena è sempre la stessa che si ripete ogni giorno, ma con maggiore frequenza nel week end e soprattutto la domenica.

C’è chi si piazza dall’Acquario e dalle casse dei parcheggi chiedendo l’elemosina, oppure cerca di vendere catenine, bracciali ed altre chincaglierie.

Poi si passa ad un "livello superiore" nei pressi del Galeone, dove c’è un corridoio fronte mare. Lì si trova di tutto: dagli occhiali alle borse, in una specie di bazar africano abusivo a cielo aperto.

Ed ancora, i posteggiatori abusivi, piuttosto fastidiosi, che aspettano le loro vittime all’ingresso del parcheggio.

Dalla sbarra cercano di segnalarti ed accompagnarti al posteggio, inseguendoti ed insistendo se non gli dai qualche spicciolo (in tal senso in passato sono state segnalate alla magistratura anche minacce con presunte estorsioni).

Infine, ci sono le forze dell’ordine che purtroppo sono poche, hanno le mani legate e fanno quello che possono.

La pattuglia della Guardia di Finanza arriva, c’è un fuggi fuggi generale, ma neanche esagerato.

I finanzieri fanno il loro giro di controllo nella zona. I parcheggiatori e gli ambulanti abusivi si allontanano, poi ritornano sapendo che rischiano poco o nulla. Stessa scena con una pattuglia della polizia.

 

https://youtu.be/c014mW3milE

Ma come è possibile tutto ciò? E’ molto semplice ci sono delle ‘vedette’ poste nei punti strategici della zona che avvisano dell’arrivo delle forze dell’ordine.

Più precisamente agli estremi della strada del Galeone, ovvero quella posta tra le casse dell’Acquario e il Marina Hotel; poi ci sono quelle dal capolinea dell’1 e dalle casse dell’Acquario con il passa parola è immediato con i venditori che si allontanano, si nascondono tra le macchine del parcheggio e rimangono ‘solo’ le vedette, che fanno finta di chiacchierare.

Infine c’è il ‘caporale’ che sovraintende a tutto il gruppo. Ne abbiamo individuato uno, è un po’ più anziano, anche lui africano, alto sull’ 1.75, magro, barba bianca incolta ha in mano una piccola ventola, ben visibile, color fucsia ed impartisce gli ordini ai venditori che ritornano nel momento in cui lui decide… What else?! (nel video di LN: i venditori, i parcheggiatori abusivi e le vedette).

Luca Bartesaghi