ARCHIVIO

A Genova tira più il Gay Pride del Corteo Antifascista: oggi 5mila in piazza, ieri 800

GENOVA. 1 LUG. A Genova la colorita sfilata del Gay Pride, anche se con una marcata connotazione politica per la presenza degli esponenti del centrosinistra e l'assenza di quelli del centrodestra, tira di più rispetto al Corteo Antifascista.

Oggi pomeriggio è stata intonata "Bella Ciao" e dalla Comunità di San Benedetto, fondata da Don Andrea Gallo, sono partite per la sfilata in centro città quasi tremila persone, che sono salite a cinquemila in piazza De Ferrari (8mila secondo gli organizzatori). Ieri pomeriggio, invece, al corteo da piazza Alimonda a De Ferrari hanno partecipato solo 800 persone.

Stasera la festa del Liguria Pride finisce con la musica al Porto Antico. La manifestazione di ieri, invece, si era conclusa con il concerto in piazza De Ferrari con non più di 300 "antifascisti".

Al Gay Pride genovese oggi hanno partecipato anche Tullo, Doria, Bernini, Crivello, Fiorini ed altri politici del Pd e della sinistra (assenti ieri al Corteo Antifascista) mentre il governatore Toti e il sindaco Bucci hanno preferito disertare entrambe le manifestazioni.

Madrina dell'evento contro l'omofobia e per i diritti di gay, trans e lesbiche la conduttrice Tv Alba Parietti.