Zingari di Bolzaneto, Carroccio all’attacco di Doria

0
CONDIVIDI
Rixi della Lega Nord al campo nomadi di Bolzaneto
Rixi della Lega Nord al campo nomadi di Bolzaneto: oggi il capogruppo comunale Alessio Piana ha presentato un'interrogazione al sindaco Doria
Rixi al campo nomadi di Bolzaneto: oggi il capogruppo comunale Alessio Piana ha presentato un’interrogazione al sindaco Doria

GENOVA. 18 GEN. Il capogruppo comunale del Carroccio Alessio Piana oggi ha presentato un’interrogazione al sindaco Andrea Doria sull’allarme sicurezza, anche ambientale, del campo nomadi sinti di Bolzaneto spiegando che tutta la comunità cittadina “non può rimanere ostaggio di un gruppo di nomadi, né può permettersi di continuare a spendere denaro a loro favore e a danno dei genovesi”.

Ha detto Piana: “La situazione del campo nomadi di Bolzaneto, al di là delle note criticità di sicurezza aggravate dopo il massacro del pensionato genovese, include altre situazioni di rilievo. Risulta, tanto per fare un esempio, che il torrente Burba sia quotidianamente invaso dai rifiuti gettati dai residenti del campo. Ciò che manca è, in generale, il rispetto di regole e norme. Dal 2012 due educatori per 18 ore settimanali lavorano all’interno del campo per dar corso a interventi educativi, che non hanno funzionato. La presenza di rappresentanti della comunità dei caminanti ha reso fragile l’equilibrio fra etnie in quanto riferiscono che i caminanti siano la frangia criminale della comunità. Inoltre, da tempo sia i commercianti che le imprese della zona denunciano furti di acqua e luce, di attrezzature e di rame, con alcune aziende costrette a trasferirsi o addirittura a chiudere. Pertanto, ho chiesto al sindaco Marco Doria come pensa di articolare gli interventi per risolvere la grave situazione che risulta pericolosa e dannosa per tutta la comunità genovese”.

LASCIA UN COMMENTO