WhatsApp presto gratis su tutte le piattaforme

0
CONDIVIDI
whatsApp: nessunoi potrà entrare nei messaggi privati
Whatsapp nelle prossime settimane diventerà gratis
Whatsapp nelle prossime settimane diventerà gratis

MOUNTAIN VIEW. 19 GEN. Nelle prossime settimane WhatsApp diventerà gratis su tutte le piattaforme, togliendo gli 89 centesimi di euro che venivano richiesti all’anno per usufruire del servizio dopo i primi 12 mesi gratuiti.

Sarà forse la paura dell’avanzare preponderante del sistema di messaggistica alternativo Telegram completamente gratuito, questo non si sa.

E proprio sul blog di WhatsApp, si legge quanto preannunciato dal ceo Jan Koum nel corso della Digital Life Design conference di Monaco: “Nel corso della nostra crescita abbiamo capito che questo modello non ha funzionato bene. Molti utenti non hanno la carta di credito e sono preoccupati di perdere il contatto con i loro familiari dopo il primo anno gratuito”.

 

Il post prosegue che anche se Whatsapp tornerà gratuito non arriveranno spam e pubblicità, invece verranno sperimentati “da quest’anno nuovi tool per permettere alle persone di comunicare con organizzazioni e aziende. Questo significa, ad esempio, ricevere dalla tua banca la comunicazione di una recente operazione fraudolenta o da una compagnia aerea l’informazione di un volo cancellato”.

Sembra che i nuovi guadagni, per Zuckerberg e soci arriveranno da servizi a valore aggiunto.

Il servizio è diventato a pagamento da inizio 2014. Chi lo aveva scaricato prima del 2014, ha sull’applicazione la scritta ‘gratis a vita’ continuando ad usarla gratuitamente.

L’applicazione fu creata nel 2009 da Jan Koum e da Brian Acton, due ex-impiegati della società informatica Yahoo!.

Il nome deriva dall’unione dell’espressione inglese What’s up, che significa Come va?, e App, ovvero applicazione. 

Inizialmente l’applicazione fu sviluppata per iOS, per poi essere diffusa su tutti i principali sistemi operativi per smartphone.

Il 19 febbraio 2014 Mark Zuckerberg CEO, Chief Executive Officer, di Facebook, annuncia l’acquisizione di WhatsApp per 19 miliardi di dollari, assicurando però l’assenza di pubblicità nel software.

Nel gennaio del 2015 un nuovo aggiornamento permette di usare l’app al PC tramite un client su Google Chrome (iOS e iPhone sono esclusi).

Dal 2015 è presente anche WhatsApp Web, che permette l’utilizzo dell’applicazione anche su desktop. Permette di collegarsi al proprio smartphone (inquadrando un QR Code) e di utilizzare le normali funzionalità di messaggistica utilizzando i più diffusi browser su computer tradizionali, sfruttando la connessione di rete Wi-Fi dove sono collegati entrambi i dispositivi.

Internet: www.whatsapp.com

LASCIA UN COMMENTO