Vongole. Nuovo allarme Rasff

0
CONDIVIDI
Vongole. Nuovo allarme del' Rasff
Vongole. Nuovo allarme del' Rasff
Vongole. Nuovo allarme del’ Rasff

LECCE. 23 AGO. Attenzione alle vongole che trovate nel piatto: potrebbero essere contaminate, e dunque pericolose per la salute.

Sarebbero state immesse sul mercato delle vere e proprie bombe batteriologiche in grado di creare insidie sanitarie e, anche, di uccidere.

Lo dimostra ancora una volta un’allerta alimentare per le vongole di mare contaminate da Escherichia coli che ha riguardato tutta l’Italia e ora coinvolge i Paesi dell’area del Mediterraneo.

 

A divulgare l’allarme, all’estero ed in Italia è Rasff, il sistema di allerta europeo per la sicurezza alimentare che ha appena rilasciato un documento sugli alimenti a rischio consentendo di ritirare prodotti potenzialmente pericolosi per la salute pubblica in poco tempo attraverso la condivisione delle informazioni tra stati membri.

Dal quadro che emerge dal sistema dei controlli ad essere evidenziato è ancora una volta per quest’anno è l’allerta inviata del 21 agosto, per la presenza di alto numero di Escherichia coli in vongole di mare (Venus gallina o Chamelea gallina – rif. 2015.1058 del 21/08/2015).

Nello specifico, su ordine dell’ autorità, è stato disposto l’ immediato ritiro dal mercato dei prodotti contaminati in tutta Italia e all’estero.

Per questo Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, invita chiunque avesse acquistato questi prodotti a non consumarli e a consegnarli al rivenditore o al Servizio igiene degli alimenti e nutrizione della ASL locale.

La questione è abbastanza delicata perché la contaminazione riguarda un batterio particolarmente patogeno ben noto ai microbiologi.

Per ogni ulteriore informazione ecco il link al Rasff, Ministero della Salute italiano: http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?lingua=italiano&id=1146&area=sicurezzaAlimentare&menu=sistema

LASCIA UN COMMENTO