Voltri, Concorriamo Insieme 2016 corsa festa e solidarietà

0
CONDIVIDI
Concorriamo Insieme 2016 a Voltri
Concorriamo Insieme 2016 a Voltri
Concorriamo Insieme 2016 a Voltri

GENOVA. 11 APR. Si è svolta sabato 9 aprile nella delegazione ponentina la quarta edizione di Concorriamo insieme la kermesse realizzata al fine di sensibilizzare il pubblico sul tema dell’emofilia, malattia rara ed un tempo invalidante che oggi riesce ad essere combattuta con discreta efficacia.

Una manifestazione che ha mostrato un programma denso di eventi che ha richiamato davvero un folto pubblico, realizzata da varie organizzazioni quali il “Centro Regionale di Riferimento per le Malattie Emorragiche sito presso l’Istituto Giannina Gaslini”, “Arlafe OnLus” e la ProLoco Voltri.

Cuore di Concorriamo insieme era senz’altro la corsa per le vie di Voltri, una gara competitiva ma anche una versione senza spirito agonistico che ha richiamato sia “runners” professionisti che semplici curiosi che hanno apprezzato il percorso proposto quest’anno: un tracciato molto interessante, ha riferito uno dei partecipanti, attraverso luoghi dell’entroterra voltrese poco conosciuti anche a chi vi risieda. Posti che andrebbero maggiormente ricordati e valorizzati.

 

Accanto alla parte sportiva, una serie di attrazioni per grandi e piccini che hanno animato il sabato di primavera: per i piccoli go-kart e tappeti elastici, per i grandi lo stand della Pro Loco che ha sfornato i notissimi focaccini ed i “cuculli” vere specialità locali sempre gradite in tutte le occasioni.

Tra i giochi ed il cibo, il pubblico presente ha potuto apprezzare lo spettacolo degli sbandieratori di Asti e di San Damiano d’Asti, che hanno realmente incantato chiunque con le loro performances acrobatiche. Il meteo, magari non dei migliori, ha comunque permesso lo svolgimento regolare della manifestazione, al termine della quale abbiamo incontrato alcuni dei responsabili delle differenti organizzazioni: il dott. Angelo Claudio Molinari, responsabile del Centro Regionale di Riferimento per le Malattie Emorragiche situato nell’Istituto Giannina Gaslini, ha spiegato come sia necessaria una corretta informazione sull’emofilia.

“E’ una malattia rara che colpisce una persona su diecimila di sesso maschile, ieri patologia estremamente invalidante oggi grazie alla ricerca riesce ad essere tenuta sotto controllo e garantisce a chi ne sia colpito una vita assolutamente normale, dal punto di vista scolastico, lavorativo ed anche sportivo”, illustra il dott. Molinari, “occorre una corretta informazione soprattutto in merito al trattamento adeguato in sede di urgenza sia per quanto concerne la modalità di intervento sia sul tempo stesso di intervento. Fortunatamente in Liguria esiste una sensibilità in merito, soprattutto tra i sanitari che si occupano appunto di urgenza, che comprendono sempre più la specifica criticità della malattia”.

Accanto ai sanitari impegnati professionalmente nella lotta alla patologia, troviamo anche i volontari, quelli dell’Associazione “ARLAFE Onlus”, ente che ha tra gli scopi sociali anche quello di operare in ambito sociale per diffondere informazione ed operare a sostegno delle famiglie dei malati emofilici.

“Stiamo lavorando accanto alle istituzioni sanitarie proprio per modificare l’immagine del malato di emofilia”, spiega Anna Fragomeno Presidente ARLAFE Onlus, “non più come un –diverso- da ghettizzare in quanto soggetto problematico e portatore di infezioni, ma una persona come tutte le altre che ha necessità di cure, ma al quale si può garantire una vita praticamente normale”. E’ proprio grazie a questo delicato intervento di inserimento sociale, accanto a cure adeguate, che chi sia colpito dalla patologia possa avere la stessa dignità di chiunque, grazie alla socialità esperita nei vari contesti sociali. Un intervento non semplice ma senz’altro soddisfacente grazie ai risultati di eventi come questi. Soddisfazione anche da parte della Pro Loco Voltri, presente a tutte e quattro le edizioni: “Un buon risultato davvero”, spiega Antonio Piccardo del Consiglio Direttivo, “per noi è sempre un piacere collaborare con tutti per la riuscita dell’evento e, i risultati di quest’anno ci fanno già gettare le basi per la prossima edizione…”.

Archiviato l’evento targato 2016, pare che tutti stiano già pensando al prossimo evento, sempre nel segno di sport, divertimento ed impegno per diffondere conoscenza e raccogliere fondi. Roberto Polleri (nelle foto di Alessandro e Lisa Polleri: alcuni momenti della Concorriamo Insieme di Voltri).

LASCIA UN COMMENTO