Home Cronaca Cronaca La Spezia

Violenza sessuale a Spezia: lasciato libero e tutelato il nigeriano

31
CONDIVIDI
Violenza sessuale (foto d'archivio)

LA SPEZIA. 29 MAR. “La polizia ha fermato il nigeriano che ha aggredito sessualmente una 30enne nel quartiere di Pegazzano, dove è ospitata la sede della Caritas. La donna è riuscita a sfuggire allo stupro solo perché è stata salvata dal fidanzato, che al momento del fatto stava parcheggiando l’auto. Il giovane straniero, sbarcato da poco in Italia, risulterebbe affetto da problemi psichici, sarebbe seguito da uno psichiatra, ma è stato indagato in stato di libertà. Possibile pericolo Kabobo a La Spezia sottovalutato da buonisti ed Autorità inquirenti, che lo hanno trasferito fuori città per la sua sicurezza. Ma alla sicurezza dei nostri concittadini chi ci pensa?”.

Lo ha dichiarato oggi il consigliere regionale della Lega Nord Liguria, Stefania Pucciarelli.

Il presunto profugo 21enne è stato identificato dagli investigatori della Squadra mobile dopo la denuncia della 30enne spezzina, aggredita domenica in via Balilla. Intorno alla Cittadella di Pegazzano, alcune ore dopo il grave episodio, erano comparse scritte contro i migranti che delinquono. E’ stato confermato che il nigeriano acchiappato dalla polizia, ma lasciato libero, al momento si trova ospite in una struttura fuori città “per motivi di sicurezza”. La vittima della violenza sessuale è sotto choc: “Ho paura”.


 

31 COMMENTI

  1. Pur sapendo che può ridiventare un problema viene lasciato libero? Disgraziatamente la prossima Vittima,non ha il Fidanzato vicino,o comunque chi la può difendere cosa succede? Come mai non sento nessuna Femminista o Paladina del Femminismo proferire parola.Poi facciamo la giornata della Donna.Forse sarebbe meglio fare la giornata del Delinquente,sicuramente sarebbe un Successone in questo Paese.!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. Come volevasi dimostrare lo liberano Ma io lo aspetterei da qualche parte poi lo faccio fuori tanto la giustizia non esiste x noi italiani però vorrei sapere perché Non vanno dalle mogli dei politici e poi voglio vedere ECCESSO DI DIFESA DOVE GLIELA METTONO

    • Intanto non vivo in un castello e poi se non mi conosce come si permette di giudicare Io sono contro la violenza però ho visto parecchi ragazzi assistere senza fare nulla al pestaggio di un ragazzo e io mi sono intromessa x difenderlo voi buonisti passate e vi allontanate in fretta così Non vedete non sentite Non sapevate uomini diventati pusillamini e vili che vi volta te così potete dire non sapevo non ho visto siete quelli che sull’autobus guardate ostinatamente fuori dal finestrino così Non dovete lasciare il posto ad un anziano Non sparì sentenze su chi non conosce grazie

  3. Prendersela con chi governa che fa e lascia certe leggi…..????? O con i giudici che li applicano in maniera così meticolosa contro i cittadini maiiii……!!!!!?????????????????????? Boh…….!!!!! Io direi colpa dei cittadini…!!!! Forseeee…..!!!!!!!!

  4. Prendersela con chi governa che fa e lascia certe leggi…..????? O con i giudici che li applicano in maniera così meticolosa contro i cittadini maiiii……!!!!!?????????????????????? Boh…….!!!!! Io direi colpa dei cittadini…!!!! Forseeee…..!!!!!!!!

  5. Caro ….prefetto …..attenzione..se.dovesse succedere qualche cose strane alla mia famiglia mia figlia miei nipoti e mio genero da parte di queste persone ……la ritengo …responsabile………perché lei è il responsabile della sicurezza di là spezia

  6. Che schifo!!!!!! Certo che le loro donne possono uscire tranquille con le guardie del corpo pagate da noi. Un reato è un reato qualsiasi sia il colore della pelle e la nazionalità. Vorremmo uno stato amico del popolo, non un popolo che si deve difendere dallo stato…

  7. Di qualsiasi nazionalità sia chi commette un reato va punito e non tutelato ….oramai siamo alla follia !!!! Poi non chiediamoci come mai la gente si fa giustizia da se !!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here