Home Politica Politica Genova

Violenza sessuale a Camogli, Pucciarelli: rimpatri per migranti pericolosi e con precedenti

30
CONDIVIDI
La consigliera regionale della Lega Nord Liguria Stefania Pucciarelli

GENOVA. 14 SET. “Dopo le violenze sessuali ad opera di immigrati denunciate quest’estate da alcune turiste alle 5Terre ed a La Spezia, ieri a Camogli i carabinieri sono intervenuti per un altro grave episodio.

Una 44enne ha riferito ai carabinieri di essere stata aggredita sessualmente per strada da un nigeriano e di essersi salvata soltanto grazie alla sua reazione ed all’aiuto di altri passanti. I militari hanno identificato lo straniero, che è stato denunciato per violenza sessuale ed attualmente risulta a piede libero.

Le donne hanno l’inviolabile diritto di camminare per strada quando, dove e come vogliono senza avere paura che qualche malintenzionato le possa violentare”.


Lo ha dichiarato oggi la consigliera regionale Stefania Pucciarelli (Lega).

“Se fino a pochi anni fa – ha aggiunto Pucciarelli – le località turistiche della Liguria erano tranquille per quanto concerne questa tipologia di reati, oggi la percezione della sicurezza è diversa. Pertanto, dobbiamo intervenire tutti insieme, senza perdere altro tempo, mettendo in campo idonee misure per arginare questi crimini.

I fatti avvenuti in Liguria sono campanelli d’allarme, che non bisogna affatto sottovalutare. Ricordo che circa il 40% degli stupri sono compiuti da stranieri, i quali però risultano essere solo l’8% della popolazione italiana.

La cosa più grave è che, in quasi tutti i casi di cronaca, i presunti responsabili risultavano già colpiti da pregiudizi di polizia od avevano precedenti specifici, ma non erano mai stati rimpatriati.

E’ evidente che la politica buonista dei ‘non rimpatri’ produce effetti devastanti su tutta la cittadinanza, ma in particolare su noi donne. A questo punto, mi chiedo dove siano le fondamentaliste dell’Unione Donne Italiane e le femministe della sinistra radical chic”.

Non solo Rimini, violenza sessuale per strada anche a Camogli: preso un nigeriano

 

30 COMMENTI

  1. Su questo sarei d accordo e i nostri cosa facciamo gli diamo un premio non capite che finché esistono certe leggi non ce niente da fare patteggiamento processo breve rito abbreviato riduzione della pena permessi premio andate a vedere in questi 25 anni chi le ha votate ??

  2. Inizio ad aver paura,ho una figlia,una nuora,uno stuolo di nipoti…
    Poi a quanto pare questi non risparmiano nessuno,mi ricorda tanto Esperia,non è che qualcuno gli sta dando carta bianca,per qualche strani motivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here