Vino online: il settore è in forte crescita

0
CONDIVIDI
Vino online: il settore è in forte crescita
Vino online: il settore è in forte crescita
Vino online: il settore è in forte crescita

GENOVA. 20 GIU. Il mercato digitale si è rivelato un’incredibile opportunità per uno svariato numero di settori della nostra economia, soprattutto per via della possibilità di godere di maggiore visibilità internazionale e, dunque, aprire una corsia preferenziale per l’export dei prodotti delle PMI delle nostre regioni. Da questo punto di vista il settore del cibo e in particolare quello del vino, ha riscosso un enorme successo in quanto brillante esempio dell’eccellenza italiana.

I dati relativi al boom del vino ligure

Il settore digitale ed il mercato relativo ai prezzi del vino hanno di fatto rivoluzionato le abitudini di consumo degli appassionati: per via del costo di produzione (in aumento di circa il 20% rispetto a 2-3 anni fa) adesso chi beve, preferisce spendere queste cifre puntando soprattutto sulla qualità. Un fattore che di certo non manca al vino prodotto in Liguria, oggetto di un aumento di oltre il 30% delle ricerche effettuate sui motori di ricerca con un totale di oltre 350.000 ricerche mensili. Certo, la distanza dal fatturato dei paesi esteri è ancora notevole, ma il trend potrebbe cambiare a breve.

 

Spedire è più semplice grazie al web

Internet diventa dunque un luogo dalle grandi potenzialità, non solo perché utilizzato oramai quotidianamente da chi desidera acquistare il vino, ma anche per via del fatto che le esportazioni risultano più semplici anche da un punto di vista logistico. Spedire il vino dalla Liguria (in Italia o all’estero) diventa più facile: ad esempio, è possibile, rivolgendosi a portali come Ratioform reperire le scatole per le bottiglie di vino necessarie per spedire la merce in sicurezza. Cosi facendo il risparmio è notevole e la fase di esportazione non diventa più una missione impossibile: soprattutto per le piccole aziende che, essendo abituate a vivere una realtà mercato esclusivamente locale, faticano spesso a entrare nell’ottica dell’export.

Mercato del vino? Bene, ma si potrebbe fare meglio

Il mercato digitale del vino italiano soffre purtroppo della mancanza dei suoi attori protagonisti: le aziende produttrici. Se da un lato i consumatori sono oramai abituati ad acquistare il vino sul web, dall’altro le aziende italiane faticano ancora a comprendere tutte le potenzialità che offre questo innovativo mercato. Eppure non si tratta necessariamente di un difetto, soprattutto per le regioni che, come la Liguria, possono vantare vini eccellenti e molto ricercati su Internet: essendo un territorio ancora vergine, chi deciderà di lanciarvisi prima della concorrenza potrà accumulare un vantaggio competitivo notevole e, forse, incolmabile. Non c’è dunque momento migliore di questo per cavalcare l’onda del trend dei vini digitali.

LASCIA UN COMMENTO