Vince Malacalza, Tesauro presidente: è l’era degli imprenditori onesti

3
CONDIVIDI
Il nuovo vice presidente di Banca Carige Vittorio Malacalza
Il nuovo vice presidente di Banca Carige Vittorio Malacalza oggi al porto Antico durante l’assemblea degli azionisti

GENOVA. 31 MAR. Eletti oggi pomeriggio a Genova i 15 nuovi membri del Consiglio di amministrazione di Banca Carige. A volte tifo da stadio. Poi applausi, ma anche mormorii di disapprovazione. Al Porto Antico, dove si sono riuniti in assemblea poco più di 800 azionisti, hanno vinto onestà e serietà degli imprenditori genovesi. In questo caso, parafrasando dalla politica, si può affermare che il vento è davvero cambiato.

L’ex presidente dell’Antitrust e della Corte Costituzionale Giuseppe Tesauro è stato eletto presidente del Cda. Vittorio Malacalza è vice presidente. Tesauro è stato indicato dalla famiglia Malacalza, primo azionista, che controlla il 19,5 per cento delle azioni.

La lista Malacalza ha ottenuto 10 consiglieri: oltre al giurista e all’ingegnere, sono stati eletti Luciano Pasquale, in rappresentanza di Fondazione Carige, Guido Bastianini, indicato come prossimo amministratore delegato, Maurizia Squinzi, Beniamino Anselmi, Giampaolo Provaggi, Paola Girdinio, Elisabetta Rubini e Lucia Venuti.

 

La lista indicata dalla famiglia Spinelli e da Lonestar, società riconducibile a Gabriele Volpi, ha ottenuto tre consiglieri: Claudio Calabi, Alberto Mocchi e Sara Armella.

Un consigliere a testa per la lista del patto Coop Liguria-Fondazione Cr Savona-Fondazione Cr Carrara e per i fondi istituzionali facenti capo ad Assogestioni: gli amministratori eletti sono rispettivamente Remo Angelo Checconi e Giulio Gallazzi.

Dopo un decennio, escono dal Cda i soci francesi di Bpce, ora titolari di una quota inferiore al due per cento. Erano entrati nell’azionariato e nel board di Carige in alleanza con la Fondazione della gestione Repetto (nella foto di Marco Marchelli: Il nuovo vice presidente di Banca Carige Vittorio Malacalza). Fabrizio Graffione

 

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO