Villanova in lutto per Giuseppe Rossi

0
CONDIVIDI
Il decano degli autisti Rossi
Il decano degli autisti Rossi

SAVONA. 2 APR. Si sono svolti ieri nella Chiesa Parrocchiale di Lavagnola i funerali di Giuseppe Rossi, decano degli autisti savonesi. La sua patente era datata 1936. Rossi, classe 1918, era stato uno dei primi autisti savonesi ed era il socio più anziano del sodalizio storico “Ruote d’ Epoca” che ha sede a Villanova d’Albenga. Pluridecorato dell’ Automobil Club d’Italia, pioniere dell’auto, veterano del volante, è stato istruttore di guida e durante la Seconda Guerra Mondiale autista dell’ Ammiraglio Amedeo Nobis di Pollone.

“Giuseppe- dice Augusto Zerbone, presidente del Ruote d’ Epoca- era una persona solare, sempre presente, pimpante, malgrado l’età. Ad ogni raduno era uno dei primi a presentarsi perchè era un grande appassionato di auto storiche e ci teneva a partire sempre con il numero uno. Arrivava con la sua Fiat coupè verde 850 sport e tutti erano affascinati dalla sua simpatia: sempre sorridente e con tanta voglia di raccontare aneddoti e barzellette. Ai raduni infondeva a tutti tanta allegria. Lascia un vuoto incolmabile”.

Con le sue due Balilla, una Fiat 1.100 Musone, una 1.100 Pininfarina ed il suo ultimo gioiello, la coupè verde, aveva percorso oltre due milioni di chilometri.

 

Ha lasciato le nipoti Nucci con Gianni ed Anna con Ernesto, i cari Francesco ed Elisa, i famigliari e tanti amici attoniti per la grave perdita.

Al suo funerale erano presenti centinaia di persone, fra i quali tanti amici, ex autisti e soci provenienti da tutta la provincia.

Rossi era molto affezionato al sodalizio motoristico Ruote d’ Epoca Riviera dei Fiori, che considerava la sua seconda famiglia e che attualmente conta oltre 35 mila soci in tutto il mondo.
La nostra redazione si unisce al cordoglio dei familiari ed amici per la perdita di una così cara persona.
CLAUDIO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO