Villa Zanelli, primi passi verso l’apertura del giardino

0
CONDIVIDI
Villa Zanelli
Villa Zanelli
Villa Zanelli

SAVONA. 9 SET. Piccoli passi per restituire il parco di Villa Zanelli ai cittadini, accessibile e sotto il controllo del Comune di Savona.

Nel pomeriggio di ieri, martedì 8 settembre, in Regione Liguria, si è svolto un incontro tra il vice sindaco di Savona, Livio Di Tullio, l’assessore regionale Scajola , il dirigente regionale Gaggero e i consiglieri Giovanni Lunardon, Luigi De Vincenzi e Andrea Melis.
L’origine dell’incontro è stato il riaccendersi dell’attenzione sulla villa liberty della città, attraverso un articolo apparso su una rivista specializzata e, di rimbalzo, su vari giornali, locali e nazionali.

La proprietà, attualmente è di Arte Genova, che ha ereditato l’immobile dalla Regione, con l’incarico di venderla per problemi di bilancio per ora però nessuna offerta ufficiale è stata fatta e, nel frattempo, lo stato dell’area appare sempre più degradato.

 

L’assessore Scajola, durante l’incontro, ha rimarcato il disappunto per come è stata gestita in passato la questione e ha espresso l’intenzione di recuperare la proprietà della struttura liberty.

“Per problemi di fondi però, per la Regione è impossibile, per ora, “sfilare” Villa Zanelli dalla proprietà in vendita – ha spiegato al termine della riunione il Vice Sindaco di Savona – Quindi la prima cosa da risolvere, prima ancora di discutere del futuro della Villa è questa. Si tratta di una questione nota e, proprio perché pensiamo che non sia semplice trovare una soluzione, abbiamo voluto avanzare la proposta di gestire, a livello comunale, il Parco, rimetterlo in ordine e aprirlo per la cittadinanza, nell’attesa che l’intricata vicenda si sbrogli. Nel frattempo – prosegue Di Tullio – ci siamo trovati tutti d’accordo su alcuni punti. La destinazione privata, ossia residenziale è da escludere, ma abbiamo dato piena disponibilità per prendere in esame tutte le proposte possibili, riguardo al futuro della struttura, cosa sulla quale hanno concordato sia Scajola che tutti i Consiglieri presenti”.

Nel frattempo, l’idea lanciata la settimana scorsa, dallo stesso vice sindaco, prende piede.
L’iniziativa di pulizia e riordino del parco è spostata tra due week end, in modo di avere il tempo di concordare tra Comune, Regione ed ARTE Genova, tutti i passaggi autorizzativi necessari – ha precisato Di Tullio – Prevediamo anche di fare un sopralluogo congiunto nei giardini e nella struttura, prima di quella data. Pertanto invito chi volesse partecipare di presentarsi, armato di rastrello e sacchetti, il 25, 26 e 27 settembre“.

LASCIA UN COMMENTO