Villa Luxoro, rubati quadri dal museo di Nervi

1
CONDIVIDI
Museo di Volla Luxoro, rubati dei quadri nella notte
Museo di Villa Luxoro, rubati dei quadri nella notte
Museo di Villa Luxoro, rubati dei quadri nella notte

GENOVA. 13 APR. Furto di quadri nella notte nel museo di Villa Luxoro a Genova Nervi.

I ladri sono penetrati nel museo da una finestra utilizzando una scala e, dopo aver divelto della sbarre,  si sono appropriati di alcune tele lasciando le cornici sul posto.

In tutto si tratta di dieci tele appartenenti alle collezioni. Tra le opere spicca un dipinto di Alessandro Magnasco (Frati camaldolesi), mentre per quanto riguarda le altre si tratta di quadri di scuola databili tra il XVII e XVIII secolo. Mentre tre tele sono state rinvenute abbandonate nei giardini.

 

L’allarme telefonico è scattato alle 4:48 e sul posto è giunta la vigilanza, due pattuglie della municipale ed una della polizia.

Sul posto le volanti della polizia con la scientifica. Allertato anche il responsabile del museo che è giunto sul posto per effettuare il primo inventario delle opere sparite.

Il Museo di Villa Luxoro è situato in via Mafalda di Savoia e vi si accede dopo aver superato un cancello ed un percorso in discesa in direzione del mare a Capolungo.

Dal 1951 ospita il Museo Luxoro. Nel museo esposti mobili, orologi antichi con numerose pendole, dipinti e oggetti da collezione.

L’ultimo grande furto di opere d’arte a Genova è del 1991 quando una gang di ladri sudamericani di impossessò di 18 dei 60 quadri di pittori russi della fine del secolo scorso, esposti al Museo d’ arte contemporanea di Villa Croce; le opere vennero, però, ritrovate dalla polizia.

“Si tratta quasi sicuramente di un furto su commissione, opera di professionisti – precisa l’assessore alla cultura e al turismo del Comune di Genova, Carla Sibilla – che ci allarma e ci preoccupa. La macchina di sorveglianza e di intervento predisposta in casi di questo tipo dall’Amministrazione ha scongiurato danni maggiori. La squadra manutenzioni dei Musei civici si è immediatamente attivata per ripristinare le condizioni di sicurezza del museo che sarà piantonato giorno e notte per impedire il verificarsi di episodi analoghi. Ora attendiamo gli esiti delle indagini, fiduciosi che i dipinti rubati possano quanto prima tornare a fare parte delle collezioni del museo”.

Ecco l’elenco delle tele trafugate.

  • Alessandro Magnasco (Genova, 1667-1749), Antonio Francesco Peruzzini (Ancona, 1668- 1724), Frati camaldolesi, 1716-1718 ca. Olio su tela
  • Ignoto, secolo XVII. Combattimento navale con naufragio, Olio su tela
  • Pittore fiammingo (?), secolo XVII, Carico e scarico di vascelli, Olio su tela
  • Pittore fiammingo, Cerchia dei De Wael (?), secolo XVII. Combattimento tra quattro vascelli olandesi e francesi, Olio su tela
  • Andries van Eeertvelt (?) (Anversa 1590 – 1652). Yachts olandesi in regata, Olio su tavola
  • Andries van Eeertvelt (?) (Anversa 1590 – 1652). Tre galeoni alla fine della battaglia, Olio su tavola
  • Ignoto pittore, secolo XVII. Cristo e la Samaritana, Olio su tela
  • Ignoto pittore, secolo XVII. Fiori, Olio su tela
  • Ignoto pittore, secolo XVII. Fiori, Olio su tela
  • Ignoto pittore, secolo XVII. Fiori, Olio su tela

Intrnet: www.museidigenova.it/it/content/museo-giannettino-luxoro

1 COMMENTO

  1. E’ impossibile pensare e credere che ciò succede nel 2016 in pieno mondo tecologico, dove sono i dirigenti del comune di Genova, possibile che con tutti i soldi che si sprecano, non si trovano poche migliaia di euro per garantire un allarme decente in un museo come il Luxuoro.

LASCIA UN COMMENTO