Video | Messa in sicurezza territorio, lo scolmatore del Fereggiano

0
CONDIVIDI
Video | Messa in sicurezza territorio, lo scolmatore del Fereggiano

GENOVA. 29 SET. Nell’ambito dei lavori di messa in sicurezza del territorio, proseguono i lavori, finanziati dal Comune di Genova con un contributo  del ‘Piano nazionale per le città’ pari a 25 milioni.

Con il recente Decreto per il programma ‘Italia Sicura’, sono stati stanziati 5 milioni di euro, in sostituzione del contributo regionale previsto in precedenza, per raggiungere l’importo di 45 milioni necessario alla realizzazione dell’opera con termine dei lavori previsto ad agosto 2018.

I lavori di realizzazione della galleria sono attualmente al 25%, le opere di sostegno dello sbocco a mare del 45%, le opere di mitigazione all’ 80%.

 

I lavori delle opere di presa avranno inizio dalla fine del prossimo mese di giugno, mentr ei lavori dell’aeroforo  dal prossimo aprile.

Le operazioni di scavo  della galleria prevedono l’effettuazione di 3 volate con abbattimenti di roccia con microcariche di esplosivo giornaliere.

Una voltautlimato lo scolmatore del Fereggiano permetterà di convogliare a mare le acque di piena derivate dalle opere di presa collocate  sui rii Fereggiano, Rovare e Noce.

Lo scolmatore prende avvio dalla presa sul rio Fereggiano e dopo un’ampia curva, si sviluppa in direzione nord-sud verso lo sbocco a mare in corso Italia all’altezza di via Forte San Giuliano.

La costruzione dello scolmatore è costituita dall’adeguamento del tratto di un galleria esistente  di circa 909 metri, realizzata negli anni ’90 e dal suo successivo allungamento fino all’opera di presa per un totale di 3.717 metri.

LASCIA UN COMMENTO