Video appello: Sono incinta cerco il padre

2
CONDIVIDI
Natalie Amyot: in un video sono incinta e cerco il padre
Natalie Amyot: in un video sono incinta e cerco il padre
Natalie Amyot: in un video sono incinta e cerco il padre

MAROOCHYDORE. 2 SET. Vicenda che ha del ridicolo ma, allo stesso tempo, anche del tragico quella che vede come protagonista la giovane parigina Natalie Amyot.

Gli ingredienti sono abbastanza comuni, un viaggio all’estero, in questo caso l’ Australia, l’incontro con il ragazzo dei sogni in un locale e l’avventura dell’ ultima notte prima di tornare a casa.

Sembrerebbe tutto belo, ma c’è un però. La giovane parigina Natalie Amyot, ritorna a casa con qualcosa in più, un vero e proprio ‘souvenir d’Australie‘, essì perché Natalie rimane incinta.

 

Dopo sei settimane, Natalie ha, però, deciso di tornare in Australia per cercare di ritrovare il padre del figlio che ‘tiene in grembo’.

Si è così recata sul luogo del ‘delitto’ il pub O’malleys sulla spiaggia di Mooloolaba, per cercare il giovane con cui ha avuto l’avventura di una notte e del quale non ricorda neppure il nome.

Di lui dà un identikit molto sommario: “E’ molto carino, circa 1.82 di altezza, capelli biondi e occhi azzurri”.

Ma li elementi sono davvero pochi e Natalie pubblica un video-appello su Youtube (I FOUND HIM!!!!!!!!!!!! check my new video to see) nella speranza di trovare il giovane prima di tornare in patria.

Ecco l’appello di Nathalie che pubblichiamo.

Mi chiamo Natalie e sto cercando di rintracciare un ragazzo che ho conosciuto a Mooloolaba. Abbiamo passato una splendida serata, l’ho incontrato all’O’malleys e poi siamo andati alla Wharf Tavern. Era alto circa un metro e ottantadue, abbronzato, e aveva occhi azzurri e capelli biondi”… “Ho veramente bisogno di trovarlo. Sono tornata qui dalla Francia per trovarlo, sono incinta e voglio davvero incontrarlo di nuovo. Se non ne vuole sapere va bene, ma vorrei comunque provare a a trovarlo. Ho perso il telefono con i suoi riferimenti e sono dovuta partire il giorno dopo quindi non ho potuto fare nulla…per favore, per favore, aiutatemi”.

L’appello ha attirato l’attenzione di diverse testate locali e non solo, ma anche tante critiche; in rete, infatti, c’è già chi accusa la ragazza di essere un’attrice impegnata in qualche trovata commerciale. Nel mentre il video sta diventando virale.

L’ufficio immigrazione australiano: https://www.border.gov.au/

2 COMMENTI

  1. Ma che schifo e che vergona ……………. E’ tutto falso, e la disgraziata, pare prorio non sia incinta –
    Invenzione della Santa deficienza : probabilmente non sapeva e non sa come occupare il tempo –
    Pertanto, se cosi’ fosse, gli si augura la chiusura, la morte delle ovaie sul serio e per sempre

  2. Pare che questa notizia, sia una vera disgraziata falsità –
    Speriamo che questa disgraziata di Parigi, sia punita in modo esemplare dalla vita, perchè la
    vita non perdona

LASCIA UN COMMENTO