Viale: il Cup di Certosa non chiuderà

0
CONDIVIDI
L'assessore regionale alla salute Sonia Viale oggi ha incontrato attivisti per i diritti gay: ok per assistenza ospedaliera a non familiari
L'assessore regionale alla Sanità Sonia Viale: esclusa lachiusura del Cup e poliambulatorio di Certosa
L’assessore alla Sanità Sonia Viale: esclusa la chiusura del Cup e poliambulatorio di Certosa

GENOVA. 10 NOV. Il Cup e poliambulatorio di via Canepari, a Genova Certosa, non chiuderà. Su questo argomento oggi in consiglio regionale sono state presentate due interrogazioni: una da Gianni Pastorino  (Rete a sinistra) e la seconda da  Sergio Rossetti (Pd) e sottoscritta anche dal collega di gruppo  Valter Giuseppe Ferrando.

Gianni Pastorino  (Rete a sinistra) ha rilevato che il poliambulatorio di via Canepari «è un presidio indispensabile per garantire la tenuta dei servizi sanitari della Valpolcevera. Eppure molti segnali fanno presagire una progressiva dismissione della struttura: sospensione del servizio di ambulatorio oculistico, carenza cronica di personale infermieristico, riduzione d’organico degli operatori allo sportello, operatività limitata dei servizi prenotazione visite, pagamento ticket e ritiro referti, servizio prelievi insufficiente al fabbisogno.

Sergio Rossetti (Pd) ha chiesto se il CUP di Via Canepari è in via di chiusura e l’eventuale tempistica prevista e ha domandato assicurazioni per garantire che il presidio sanitario in Val Polcevera non abbia ulteriori ridimensionamenti.

 

L’assessore alla sanità Sonia Viale ha “escluso” che il Cup sia in via di chiusura. Ha ribadito che la struttura rappresenta un importante punto di riferimento per la zona essendo inserito in un ambito di elevata densità abitativa. Inoltre sono elevati i numeri relativi a prenotazioni e prelievi.  L’ambulatorio pediatrico, invece, sarebbe ancora in corso di valutazione. L’assessore si è comunque impegnato a seguire anche questo aspetto.

LASCIA UN COMMENTO