Rapina profumeria e picchia passante, arrestato rom violento

29
CONDIVIDI
La profumeria Douglas in via Venti Settembre a Genova presa di mira da un ladruncolo ecuadoriano
La profumeria Douglas in via Venti Settembre a Genova
Rapina  profumeria Douglas in via Venti Settembre a Genova

GENOVA. 16 APR. Rapina profumeria: Ieri sera un equipaggio del nucleo Radiomobile è intervenuto su richiesta della responsabile della profumeria “Douglas” sita a metà di Via XX Settembre, poiché uno sconosciuto, poco prima, fuggito con merce non pagata era stato nel frattempo fermato da un passante, rapallese di 24 anni.

All’atto dell’arrivo della pattuglia dei carabinieri, il bandito, che aveva già colpito al volto il giovane rompendogli un dente, allo scopo di darsi alla fuga ha continuato nel suo intento e con un calcione ha rotto la mano a un carabiniere.

Il violento è stato quindi bloccato grazie anche al supporto di un’altra pattuglia.  Il militare ferito è poi ricorso alle cure dei sanitari del Galliera, che lo hanno giudicato guaribile in venti giorni.

 

Il responsabile dei fatti, un 27enne romeno, è stato arrestato per rapina, violenza e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Rinchiuso nel carcere di Marassi.

29 COMMENTI

  1. Purtroppo hanno la ………del furto. Non comprendo le disposizioni della UE. Non comprendo perché la società si deve far carico di loro in modo differente di qualsiasi altra persona. Non comprendo molte cose nei loro riguardi se non che sono ladri.

  2. CARI GIUDICI Sè CONTIUATE AD ASSOLVERLI CI RITROVIAMO IN IN MARE DI MERDA ,QUESTO UN Pò A NOI CITTADINI ,E POI ANKE A VOI ………SIETE CONVINTI DI QUELLO Kè FATE????????????????????????????????????????

  3. ….La signora in carcere a 70 anni….(vedi notizia precedente…)..ora vediamo a “questo signore”…se gli danno 10 anni di carcere,si dieci anni.E senza la condizionale.E quando esce viene trasferito direttamente fuori dall’Italia.Uno che reagisce cosi’ per una semplice rapina……..prima o poi fa’ fuori qualcuno,statene certi…..e allora tutti a piangere il morto.

LASCIA UN COMMENTO