Home Cronaca Cronaca Genova

Via Prè, Asl chiude gastronomia senegalesi

26
CONDIVIDI
Via Prè, Asl chiude gastronomia senegalesi

GENOVA. 20 OTT. Ieri una pattuglia mista Polizia-Esercito in collaborazione della ASL3 – Sezione Igiene e Sicurezza Alimentare, ha eseguito verifiche in due gastronomie di Via di Prè gestite da senegalesi, che sovente rappresentano un punto di riferimento per gli spacciatori della zona.

Uno dei due locali è stato chiuso con effetto immediato per la mancanza dei requisiti minimi igienico-sanitari, mentre nel secondo è stato sequestrato un frigorifero e gli alimenti in esso contenuti, per la mancata applicazione delle procedure di autocontrollo per la verifica della temperatura.

Sono state comminate per entrambi sanzioni per un ammontare complessivo di 5.000 euro.


Al termine del servizio sono state identificate 17 persone.

26 COMMENTI

    • @Javier per me non è questione di razza, ma non si può più nascondere il fatto che un locale in cui si vende cibo che “cito da sopra_NON ha i requisiti minimi igienico-sanitari_”, ad un italiano non lo fanno nemmeno aprire !!!!

  1. In Italia, anche a Genova, funziona così: prima si danno le autorizzazioni ad aprire un attività (facendosi pagare tutto e pure caro) poi per un po’ non si controlla nulla, salvo poi fare un controllo dopo mesi od anni, e chiudere tutto (dopo aver preso i soldi delle concessioni). Magari basterebbe controllare nei primi tempi di apertura, far correggere le cose che non vanno e fare controlli regolari delle attività. Dimenticavo: ma questo è solo il metodo dei paesi seri, altre realtà.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here