Via Canevari, uomo di colore aggredisce ragazza 22enne: ricercato

37
CONDIVIDI
Un immigrato con lo smartphone: in via Canevari ragazza 22enne aggredita per il telefonino

GENOVA. 26 SET. Nella mattinata odierna, negli uffici della Stazione Carabinieri di Marassi, una ragazza genovese di 22 anni denunciava che la sera precedente, mentre percorreva Via Canevari, veniva avvicinata da un uomo di colore.

L’immigrato, dopo averla strattonata, le strappava di mano il telefono cellulare. Il malfattore successivamente si allontanava dileguandosi nelle vie limitrofe.

Indagini in corso per individuare il malvivente, che è ricercato dai carabinieri.

 

 

37 COMMENTI

  1. Cristina Limoli, Carioca Folagra José, Baron Karza: mi sembra che invece voi siate i soliti buonisti, sinistroidi e prevenuti perché non provate neppure a ragionare. Riportare un fatto di cui si è a conoscenza, significa solo fare informazione. Non riportarlo, significa fare disinformazione. In questo caso, appare evidente che la fonte sia l’Arma dei Carabinieri. Ed è altrettanto evidente che, non avendo ancora individuato il malfattore, gli investigatori abbiano voluto dare pubblicamente l’indizio dell’uomo di colore per mettere in guardia le donne della zona e per ricevere eventuali segnalazioni utili alle indagini. Pertanto, la definizione di un uomo di colore e l’indicazione che tale pericoloso delinquente che aggredisce le donne sia ricercato, appaiono finalizzate al bene comune e alla sua cattura. Non certo alle sciocchezze asserite da voi solo per partito preso e per gettare fango sugli altri. Piuttosto, indignatevi e preoccupatevi per lo stato di insicurezza in cui ormai siamo costretti a vivere, rispetto a qualche anno fa. Per quanto riguarda, invece, le ingiuste accuse rivolte a LN, vi faccio notare che non ha mai riportato in un titolo “uomo di colore”. Questo giornale online mette in evidenza allo stesso modo e correttamente sia i crimini commessi da italiani, sia quelli commessi da stranieri, senza nascondere la verità o far apparire che gli immigrati siano tutti dei santi e poveretti. Anche in questo caso, si tratta solo di informazione che, a mio parere, spesso non viene fatta da altri giornali liguri, i quali sono controllati da un editore schierato a sinistra, come La Stampa, Repubblica e SecoloXIX. E’ anche per tale motivo che io leggo i giornali online indipendenti, più di altri non indipendenti.

  2. Destroidi,sinistroidi…resta il fatto che l.ennesima notizia su una risorsa…tutti i giorni si leggono ste cose…forse i buonisti dovrebbero tacere e prender atto che non se ne può più di sta gente

  3. e questo è solo l’inizio,di una lunga serie che andrà avanti negli anni,questi giovanotti di colore sani e fertili non staranno fermi a lungo,quando avranno preso conoscenza del posto e degli abitanti di quel luogo agiranno a loro modo….

LASCIA UN COMMENTO