Home Cronaca Cronaca Genova

Vi metto una bomba a Genova: immigrato islamico resta in carcere

8
CONDIVIDI
Letame e scritte davanti alla sede di Casapound a Genova

GENOVA. 26 DIC. “Per Natale vi metto una bomba a Genova. I vostri figli pagheranno tutto”. Il gip del Tribunale di Genova ha confermato l’arresto e negato la scarcerazione all’immigrato islamico arrestato la vigilia di Natale dalla polizia su un bus alla Foce perché ritenuto socialmente pericoloso.

Il senegalese di 38 anni, con precedenti e sottoposto solo all’obbligo di firma, nei giorni scorsi aveva minacciato i genovesi, danneggiato il mezzo pubblico e si era scagliato contro alcuni poliziotti intervenuti a difesa dei passeggeri dell’autobus.

Riferendosi all’attentato di Berlino, l’islamico in sostanza aveva anche detto che “mica solo i tunisini sanno fare quelle cose” e “poliziotti di m…”. Gli agenti l’avevano quindi arrestato per minacce e resistenza a pubblico ufficiale. La Digos e l’Antiterrorismo hanno avviato altre indagini per verificare se l’immigrato è coinvolto con organizzazioni jihadiste.


 

8 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here