Ventimiglia, allarme sanitario: dopo la varicella, arriva la scabbia

4
CONDIVIDI
Genova, ne sono arrivati altri 50: in ottobre 600. Forse li mettono pure a Carignano
Sanitari bardati di tutto punto per aiutare gli immigrati. Nel ponente ligure, dopo l'allarme tubercolosi e il focolaio di varicella, arrivano i casi sospetti di scabbia
Sanitari bardati di tutto punto per aiutare gli immigrati. Nel ponente ligure, dopo l’allarme tubercolosi e il focolaio di varicella, arrivano i casi sospetti di scabbia

IMPERIA. 6 GIU. Una giovane italiana, che negli ultimi giorni ha avuto contatti con i clandestini a Ventimiglia, è in cura per essere stata contagiata dagli immigrati in attesa al confine. Si tratta di un caso sospetto di scabbia.

Oggi la donna si è recata al pronto soccorso dell’ospedale di Sanremo e quindi visitata dagli specialisti di Dermatologia dell’ospedale di Imperia, che le hanno somministrato una profilassi per la malattia parassitaria.

La malattia infettiva si trasmette nella maggior parte dei casi per contatto diretto pelle-pelle ed è molto contagiosa, ma se curata si riesce a curare abbastanza facilmente. La scabbia può essere diagnostica clinicamente.

 

Tuttavia, la ragazza ha spiegato che non è ancora certo che si tratti della malattia e, per averne la conferma, occorrerà aspettare ancora dei giorni.

In città si registra quindi un’emergenza sanitaria, dopo i cinque immigrati ricoverati per varicella dell’altro giorno. La Asl ha distribuito 72 vaccini per contenere il focolaio della malattia infettiva altamente contagiosa, il cui virus si propaga per via aerea.

Intanto, continuano gli assalti al valico di confine. Una trentina di clandestini sono stati bloccati dalle forze dell’ordine a Ventimiglia. Sono stati fermati, identificati e trasferiti nei centri di accoglienza. I controlli sono avvenuti soprattutto alla stazione ferroviaria e lungo l’Aurelia in direzione del confine.

L’ordinanza del sindaco di Bordighera Giacomo Pallanca a tutela della popolazione, che prevede l’allontanamento dei clandestini senza certificato medico, appare quindi motivata e di stretta attualità.

 

 

4 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO