Venerdì sera in programma fiaccolata in via Canepari

0
CONDIVIDI
Dopo essere scesi in piazza per l'omicidio stradale di Giuseppe Buttaro ad opera di un immigrato ecuadoriano, ora i cittadini di Certosa protestano perl'arrivo di tossici e clandestini in arrivo
Domenica la rivolta spontanea contro Doria e immigrati pericolosi e violenti: venerdì sera in via Canepari a Certosa fiaccolata in ricordo di Giuseppe Buttaro e per chiedere più sicurezza
La rivolta spontanea contro Doria e immigrati pericolosi e violenti di domenica scorsa: venerdì sera i cittadini di Certosa ancora in piazza per chiedere più sicurezza

GENOVA. 28 GEN. Domenica scorsa la rivolta spontanea contro Doria e immigrati pericolosi e violenti in via Canepari. Venerdì prossimo a Certosa una fiaccolata in ricordo di Giuseppe Buttaro e per chiedere più sicurezza. L’appuntamento, anche tramite i social network e a meno che siano decisi altri cambiamenti, è stato fissato tra le 20,30 e le 21 in via Canepari.

Intanto, il responsabile dell’omicidio stradale di domenica, l’ecuadoriano Jorge Wilson Cavallos Valverde, resta in carcere. Il tassista abusivo, nei guai in passato per ubriachezza molesta e che aveva schivato l’espulsione grazie alle sanatorie all’italiana, ha chiesto scusa alla famiglia Buttaro, ma non basta.

In molti non capiscono perché l’accusa di omicidio colposo non sia stata derubricata in omicidio volontario e chiedono che la legge sia applicata con severità.

 

Come pochi giorni fa ha fatto la Corte d’Appello di Torino, che ha condannato un albanese a 18 anni e 4 mesi di reclusione. Lo straniero ubriaco aveva ucciso con il suo Suv quattro ragazzi francesi sull’A26 nel 2011.

 

LASCIA UN COMMENTO