Home Sport

VELA, EMOZIONI AL TROFEO ILVA AL CASTELLUCCIO DI PRA’

0
CONDIVIDI
OPTIMIST

vela_optimistGENOVA 12 NOV. Giornata difficile, domenica 10. Le previsioni meteo da paura, che preannunciavano un solenne botta di tramontana, e il moto ondoso in aumento sconsigliavano di puntare sul campo di Voltri con i quaranta Optimist, fra Juniores e Cadetti, convenuti a disputare il trofeo.

Il CdR, sapientemente condotto da un Adolfo Podestà il cui sguardo severo e i cui ammonimenti in prepartenza avrebbero precluso qualunque possibilità di OCS, optava per il campo protetto prospiciente Castelluccio, più volte collaudato per le selezioni a squadre,
facendo svolgere dapprima le prove dedicate ai cadetti, sotto un levante fresco, quindi, nel primo pomeriggio altre due prove più tecniche per gli Juniores, sotto i primi sbuffi di tramontana tesa; tutto ciò in condizioni di estrema instabilità che costringevano lo staff a un continuo lavoro di ri-posizionamento del campo.
Trionfo per i Voltresi del Costaguta, che si aggiudicavano nettamente il Trofeo Ilva.
Nei cadetti, Bruno Mantero (CN Costaguta) precedeva, con percorso netto (1,1), Armando
Giana (CN Varazze) e il compagno di squadra voltrese Pietro Mongiardiai.
Negli juniores, Lorenzo Bottino (CN Costaguta) concludeva davanti a Andrea Nastasi (CSM
Diano M.) e Rachele Sabbadini (LNI Sestri P.), premiata anche per il migliore piazzamento
femminile.
Conclusione con l’estrazione dei due ambiti premi in palio, la bicicletta fra i cadetti e la vela
Quantum su misura fra gli juniores. Anche in questa edizione, la fortuna ha arriso ai Varazzini,

lasciando ai ragazzi locali la speranza di rifarsi domenica prossima a Varazze.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here