Varazze, indagini vulnerabilità sismica nelle scuole

1
CONDIVIDI
Varazze, indagini vulnerabilità sismica nelle scuole
Varazze, indagini vulnerabilità sismica nelle scuole
Varazze, indagini vulnerabilità sismica nelle scuole

SAVONA. 2 SET. Il 5 e il 6 settembre verranno svolte in tutti gli edifici scolastici di Varazze le indagini necessarie a valutare la risposta delle strutture in caso di sisma.

Le ispezioni riguarderanno sia le parti strutturali sia le parti non strutturali che compongono gli edifici, ovvero strutture in elevazione ed orizzontali; in muratura, quali archi, volte, setti murari o murature; in cemento armato quindi travi, pilastri, setti  e solai.

Inoltre verranno eseguiti controlli e verifiche anche sulle fondazioni e sulle coperture degli edifici.

 

Per quanto riguarda le parti non strutturali verranno presi in considerazione i soffitti intonacati, controsoffitti e  gli intonaci in facciata che, distaccandosi,  potrebbero diventare elemento di pericolo in caso di sisma.

“Il ciclo di verifiche è suddiviso in diverse fasi, spiega L’Assessore ai Lavori Pubblici Luigi Pierfederici, la prima fase prevede l’indagine delle componenti non strutturali con indagini termografiche che permettano di evidenziare problematiche di infiltrazione, di distacco di intonaco, avvio di cedimenti, aree di scollamento, ecc.. questo tipo di indagini svolte con strumentazioni moderne permette di evitare interventi invasivi che andrebbero poi ripristinati con un aggravio di costi.

La seconda fase di analisi viene effettuata sugli elementi strutturali e portanti degli edifici tramite rilievi, prelievi, prove endoscopiche con telecamere, analisi di laboratorio necessarie a valutare l’eventuale perdita di resistenza dei materiali di cui sono composte le strutture.

La terza e ultima fase prevede l’analisi sonica con battitura degli elementi tramite martelli meccanici e sclerometri, la verifica degli ancoraggi dei controsoffitti e delle plafoniere.

Al termine delle indagini verranno consegnati certificati di idoneità, mappature complete delle aree analizzate e, se presenti, verranno evidenziate situazioni a rischio e verranno indicate le possibili soluzioni.

L’incarico per svolgere queste importantissime indagini è stato affidato ad una società di ingegneria, la Tecno Indagini s.r.l., con gara effettuata a inizio anno per un importo totale di 19.000 euro.

Le indagini verranno svolte su tutti gli edifici scolastici del Comune quindi la Scuola primaria “G. Massone” di Via Camogli la scuola dell’infanzia di Via Quartini, la scuola secondaria di 1° grado “De Andrè” di Via Garibaldi e la scuola dell’infanzia e primaria di Casanova” conclude l’Assessore Pierfederici.

“L’intervento ben sopra evidenziato – afferma il Sindaco Alessandro Bozzano – rientra negli obiettivi dell’Amministrazione comunale la quale sin da subito ha prestato particolare attenzione alla sicurezza negli edifici scolastici ed all’attività didattica in generale.

E’ un ulteriore tassello che viene inserito in un quadro più ampio di sicurezza ed attenzione in un settore nevralgico della società civile dal quale non si può prescindere sia per scelta che per importanza”.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO