Vandalismi No Borders, ministro Pinotti: vergognosi e ignoranti

0
CONDIVIDI
Una delle tante scritte dei vandali, che ieri sera hanno tenuto in ostaggio Genova imbrattando muri e portoni della città
Una delle tante scritte dei vandali, che ieri sera hanno tenuto in ostaggio Genova imbrattando muri e portoni della città
Una delle tante scritte dei vandali, che ieri sera hanno tenuto in ostaggio Genova imbrattando muri e portoni della città

GENOVA. 17 APR. Il ministro Roberta Pinotti, renziana ed ex candidata alle primarie del Pd, difende la sua città e “gli uomini e le donne delle Forze Armate” dai vandali della rete No Borders, centri sociali, anarchici, che ieri sera hanno tenuto in ostaggio Genova.

“Loro sono i primi a salvare le vite dei migranti – ha spiegato oggi Pinotti – che arrivano sulle nostre coste e concorrono alla sorveglianza dei centri di accoglienza su tutto il territorio nazionale. Manifestare contro di loro con lanci di uova e imbrattando uno dei Rolli di Genova, Palazzo Lomellini – patrimonio Unesco e sede del comando ligure dell’Esercito – è stato vergognoso. È evidente che gli autori non abbiano la minima idea del lavoro che le Forze Armate svolgono ogni giorno per garantire soccorsi e accoglienza di migranti, rifugiati e richiedenti asilo”.

 

LASCIA UN COMMENTO