Vaccinazioni e Psiche, se ne parla a Savona e Albenga

0
CONDIVIDI

vaccinoSAVONA. 22 OTT. Due appuntamenti attesissimi: il primo il 24 ottobre a Savona, il secondo il 7 Novembre ad Albenga. Stiamo parlando del convegno organizzato dal Dipartimento di Prevenzione dell’ASL 2 Savonese “Vaccinazioni e psiche”.

Quanto la psiche può influenzare l’atteggiamento del medico, del paziente, dei genitori di neonati o adolescenti, relativamente all’importanza della vaccinazione o può determinare atteggiamenti di enfatizzazione degli eventi avversi alla vaccinazione e non, nei confronti delle malattie che le vaccinazioni prevengono?

Perché il viaggiatore non attua una corretta profilassi in occasione di viaggi in zone del mondo a rischio per malattie diffusive? Che sia un atteggiamento scaramantico?

 

Ecco alcuni interrogativi ai quali, nel corso degli incontri, si cercherà di dare risposta.

“La finalità dell’evento è quella di aprire un confronto, una discussione, insinuare qualche dubbio al fine di far affiorare quelle motivazioni che possono indurre a non utilizzare un bene così importante quale la vaccinazione. Il convegno si propone di affrontare i problemi relativi ad una buona comunicazione con il paziente ed a sensibilizzare il personale sanitario sull’importanza del suo ruolo quale informatore/formator – spiega la Dott.ssa Maria Paola Briata, direttore della S.C. Igiene e Sanità Pubblica – Mai come negli ultimi tempi la Vaccinazione è un tema tornato di grande attualità. Ogni anno registriamo un interesse, un coinvolgimento ed un apprezzamento crescente da parte dei partecipanti al convegno, segno che qualcosa sta cambiando: sia gli operatori del settore che il grande pubblico hanno compreso l’importanza di questo aspetto della salute che riguarda tutti adulti, bambini, giovani e anziani : la prevenzione. Le scelte su questo tema vanno affrontate con coscienza e devono basarsi su informazioni chiare, affidabili e autorevoli. A questo proposito è bene ribadire che sia operatori sanitari che cittadini possono rivolgersi con fiducia al personale sanitario della S.C. Igiene e Sanità Pubblica per chiarire tutti i dubbi in merito”.

LASCIA UN COMMENTO