Home Consumatori Consumatori Mondo

Uova contaminate al Fipronil, anche l’Italia fra i 15 Paesi coinvolti

14
CONDIVIDI
Uova al Fipronil, individuato allevamento nel savonese

ROMA. 12 AGO. Il caso delle uova contaminate dal Fipronil, si allarga e coinvolge anche l’Italia. Secondo la Commissione europea l’Italia figura tra i 15 Paesi ad aver ricevuto uova dalle aziende coinvolte nello scandalo delle uova contaminate dall’insetticida Fipronil.

Tuttavia questo non significa che l’Italia abbia ricevuto uova contaminate.

Il ministero della Salute precisa, a proposito, come in Italia “non ci siano uova contaminate” infatti le autorità sanitarie “hanno sequestrato alcuni prodotti provenienti da un’azienda francese che aveva usato le uova di uno degli allevamenti olandesi” coinvolti nell’uso dell’antiparassitario.


Il ministero della Salute conferma, inoltre, che “non risultano al momento uova o ovoprodotti in Italia contaminati dal Fipronil ma ha predisposto un piano di campionamenti su uova, ovoprodotti e carni di pollame per la ricerca della sostanza che verrà attuato in via cautelativa, anche in assenza di segnalazioni specifiche”.

A livello europeo i maggiori supermercati britannici, tra cui le catene Waitrose e Sainsbury’s, hanno ordinato il ritiro in massa dei prodotti che potrebbero contenere le uova contaminate in arrivo dal Belgio e dall’Olanda.

I paesi che hanno ricevuto lotti provenienti dalle aziende coinvolte sono: Svezia, Francia, Germania, Regno Unito, Austria, Irlanda, Polonia, Romania, Danimarca, Slovenia, Slovacchia, Lussemburgo, Hong Kong e Svizzera.

Ma le aziende bloccate per l’uso del Fipronil sono solo in Belgio, Olanda, Germania e Francia, non solo allevamenti di galline ovaiole ma anche imprese importatrici.

Da inizio agosto sono state fermate per indagini, ma alcune hanno già ripreso l’attività, 195 aziende in Olanda, 86 in Belgio, 5 in Francia e 4 in Germania.

Il prossimo 26 settembre la Commisisone europea ha indetto una riunione di alto livello con i ministri e le autorità interessate dalla vicenda delle uova contaminate con “L’obiettivo di trarre lezioni e discutere modi per migliorare continuamente l’efficacia del sistema dell’Unione riguardo a frodi e sicurezza alimentare”.

Oltre alle uova o ai prodotti derivati ritirati manca, all’appello, in Francia “un lotto di 48.000 uova, il 0NL43651-01 che potrebbe essere stato acquistato dai consumatori”. A comunicarlo è il mistro dell’Agricoltura francese Stéphane precisando che questo non appresenta un pericolo. Si tratta del primo lotto di uova contaminate dall’insetticida Fipronil venduto direttamente nei supermercati francesi.

In Italia l’importazione delle uova è praticamente nulla e gli esperti precisano che l’insetticida Fipronil, bandito sugli animali ad uso alimentare, può costituire pericolo solo se assunto in dosi massicce.

14 COMMENTI

  1. E i TG Rai/Piddini, Mediaset/berlusconiani continuano a dire che l’Italia non è coinvolta…
    Continuate a comprate generi alimentari importati dall’estero perché costano meno, continuate ad assecondare “i piani” di questo governo illegittimo che mira a sterminare i prodotti “made in italy” e di conseguenza il popolo italiano!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here