Uno Schiaccianoci all’insegna dell’innovazione

0
CONDIVIDI
Uno Schiaccianoci al Teatro Carlo Felice
Uno Schiaccianoci al Teatro Carlo Felice
Uno Schiaccianoci al Teatro Carlo Felice
Leimanis e lo Schiaccianoci al Teatro Carlo Felice
Leimanis e lo Schiaccianoci al Teatro Carlo Felice

GENOVA. 2 DIC. Domani sera per il secondo appuntamento con la Stagione del Balletto 2015-16 al Carlo Felice è in programma la prima di Schiaccianoci del balletto dell’Opera Nazionale di Riga, compagnia che affonda le sue radici nella migliore tradizione della scuola di balletto russa. Aivars Leimanis, direttore artistico del della compagnia dal 1993 parla così: ” Questo che presentiamo domani è un balletto dal destino felice. Sono state molte le messe inscena di Schiaccianoci che hanno fatto il pieno di pubblico in tutta Europa, e quella che presentiamo domani, grazie alle capacità tecnologiche del teatro Carlo Felice, è proprio la versione allestita per l’Opera di Riga.

Siamo venuti proprio qui nel’90 – continua il direttore- ma a causa di uno sciopero, non siamo riusciti ad esibirci. Peccato…il nostro repertorio classico ha ben 16 balletti che però cerchiamo di leggere in chiave moderna, nel rispetto della tradizione. 68 è il numero degli artisti in compagnia, ma diventano anche 100 in produzioni che esigono un numero maggiore. Ho voluto che questo Schiaccianoci avesse un primo atto molto vivo, ma la coreografia è attinente a quella di Petipa.

Da 23 anni – dice Leimanis – conservo e sviluppo il repertorio classico, cercando però di creare artisti abili a danzare tutto, moderno compreso. I nostri ballerini hanno ballato molto ed hanno ottima preparazione ed esperienza”.

 

Viktorija Jansone, la prima ballerina, afferma infatti che sono ben 18 anni che interpreta Clara in Schiaccianoci, mentre Arturs Sokolovs che sarà il Principe dice di essere venuto 15 volte in Italia apprenzadone la bellezza paesaggistica nonchè la buona cucina. Lui invece interpreta il Principe Schiaccianoci da 3 anni, ma guardando i suoi occhi azzurri e la sua prestanza si pensa sicuramente che non si rimarrà delusi.

Lo spettacolo sarà in scena fino a domenica 6 dicembre.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO