Unioni Civili: nuova sezione sul sito del Comune di Savona

1
CONDIVIDI
“Genova, come avevamo promesso, dà pronta e piena attuazione alla legge Cirinnà – dichiara l’assessora ai Servizi civici, Legalità e Diritti Elena Fiorini – che prevede oltre al più noto istituto delle unioni civili per coppie dello stesso sesso

unioni_civiliSAVONA. 2 SET.  Una nuova sezione del sito web ufficiale del Comune di Savona dedicata alle Unioni Civili. Sul sito Internet dell’ente comunale savonese è online.

A partire dagli ultimi giorni, una pagina dei Servizi Comunali dedicata alle Unioni Civili, contenente tutte le informazioni relative alla normativa in essere. Sono presenti altresì indicazioni utili sulle modalità di richiesta, con i contatti degli uffici competenti, e informazioni sul procedimento.

“Ringraziamo gli uffici e la Segreteria Generale. È intenzione dell’Amministrazione Comunale, di concerto con gli uffici, offrire un servizio aggiornato alla cittadinanza, con tutte le informazioni utili e pratiche sulla normativa vigente. Un passo in avanti, in previsione di un restyling generale del portale web dell’ente, da effettuare nel prossimo futuro”, commenta Barbara Marozzi, Assessore ai Servizi Informatici e Telematici e alle Pari Opportunità del Comune di Savona.

 

La sezione è disponibile al link: comune.savona.it servizi comunali

Non si placa intanto la polemica tra la Sindaca e l’opposizione sul suo coinvolgimento o meno nelle celebrazioni dei riti civili.

Ilaria Caprioglio in ultima nota ha ribadito la sua posizione a riguardo, rispondendo ad un post di Facebook indirizzato a lei da Livio Di Tullio ” Caro Livio Di Tullio, ti ringrazio per la tua lettera, che mi offre il modo di chiarire per l’ennesima volta la mia posizione, che non è cambiata rispetto a quanto scritto nei miei saggi e a quanto detto nelle innumerevoli conferenze in molte città italiane. Ti ringrazio altresì per i modi e toni da te utilizzati, che ancora una volta ti distinguono dalle dichiarazioni urlate e dai j’accuse mediatici che poco contribuiscono allo sviluppo di un confronto civile. Spiace anche notare che una certa parte politica che ha mal governato per decenni, non avendo più alcun argomento da trattare a Savona, sia costretta a inventarsi polemiche dal nulla su temi etici.

Rispetto le regole, le leggi e soprattutto le persone. Proprio per questo motivo non ho svelato, per esempio, della richiesta che mi era stata fatta, tramite una terza persona, di celebrare una unione civile: per quella data avevo già un impegno pregresso e ci eravamo lasciati d’accordo che avrei provato a liberarmi, proprio per venire incontro alla proposta. Rispetto quindi per le persone, rispetto per la loro privacy: a prescindere dal colore della pelle, dall’orientamento politico, dall’orientamento sessuale. Per me il rispetto è una condizione di vita e deve essere attuato a 360 gradi”..

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO