Una giornata di visita dell’Ammiraglio Pettorino a Spezia

0
CONDIVIDI
Una giornata di visita dell’Ammiraglio Pettorino a La Spezia
Una giornata di visita dell’Ammiraglio Pettorino a La Spezia
Una giornata di visita dell’Ammiraglio Pettorino a La Spezia

LA SPEZIA. 29 LUG. Il Direttore Marittimo della Liguria e Comandante del Porto di Genova Ammiraglio Giovanni Pettorino ha dedicato l’intera giornata ad una visita al Compartimento Marittimo della Spezia.

La giornata è iniziata di buon ora nella Capitaneria di Porto della Spezia, che l’Amm. Pettorino aveva già comandato dal 2005 al 2007.

Accolto dal Comandante Francesco Tomas, il Direttore Marittimo ha voluto incontrare tutto il personale della Capitaneria spezzina riunito in assemblea: “Torno sempre con grande piacere alla Spezia – ha detto Pettorino – cui mi lega il ricordo di uno dei periodi professionali più intensi della mia carriera. E’ un privilegio lavorare in una realtà così bella e interessante, capace di dare moltissimo sia in termini professionali che sotto il profilo umano – ha aggiunto, rivolgendosi al personale della Capitaneria – ma anche una grande responsabilità che dovete sentire tutta e che so che onorate ogni giorno con il vostro impegno e la capacità di corrispondere in modo sempre efficiente ed efficace alle numerose e variegate necessità di una vasta utenza e di un  territorio complesso, che vede convivere interessi e valori diversi in un delicato equilibrio di cui rappresentate un presidio sicuro e sempre presente.”

 

La visita alla Capitaneria è stata anche l’occasione per la consegna di due importanti riconoscimenti: al Comandante Tomas l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica e al Maresciallo Pietro Ruberto l’encomio del Direttore Marittimo per lo straordinario lavoro di supporto nell’implementazione dei nuovi sistemi informatici di monitoraggio e informazione del traffico navale.

Non dimentico dei recenti anni in cui ha diretto il Reparto Operativo del Comando Generale delle Capitanerie di Porto, l’Ammiraglio Pettorino ha poi voluto ricordare lo straordinario lavoro delle donne e degli uomini della Guardia Costiera nel Canale di Sicilia “dove sta accadendo qualcosa di epocale, con l’esodo di centinaia di migliaia di migranti dalle coste africane, che vedono la Guardia Costiera italiana fronteggiare un emergenza continua che, per modalità e dimensioni, non ha precedenti nella storia delle organizzazioni deputate al soccorso”.

Accompagnato dal Comandante Tomas, l’Ammiraglio Pettorino si è poi recato in visita a Lerici, Ameglia, Porto Venere, Monterosso e Levanto, dove ha incontrato il personale degli Uffici dipendenti della Capitaneria e i Sindaci. “La presenza capillare sul territorio è una peculiarità della Guardia Costiera che ci consente di svolgere quel fondamentale servizio di prossimità all’utenza marittima, lavorando in stretta collaborazione con le amministrazioni civiche e le autorità locali – ha detto Pettorino –. Anche in questo senso, la realtà provinciale spezzina è un esempio di efficace sinergia interistituzionale, che costituisce un valore aggiunto decisivo per fornire un buon servizio al cittadino.”

Nel corso della visita a Monterosso, l’Ammiraglio Pettorino ha avuto un cordiale ed amichevole incontro con l’ex collega e Presidente del Parco Nazionale delle Cinque Terre Vittorio Alessandro. “L’Area Marina Protetta delle Cinque Terre è il fiore all’occhiello di un patrimonio paesaggistico che trova in questa provincia espressioni di altissimo pregio – ha sottolineato Pettorino – e che vede nella Guardia Costiera un attento e sensibile presidio di tutela ambientale e legalità”.

LASCIA UN COMMENTO