Home Cultura Cultura Genova

UNA GENOVESE VINCITRICE DEL CONCORSO EUROPEO PER GIOVANI TRADUTTORI

0
CONDIVIDI

traGENOVA 5 FEB. Sono stati resi noti oggi i nomi dei vincitori del concorso annuale della Commissione europea per giovani traduttori “Juvenes Translatores”, riservato agli studenti delle scuole secondarie.

La vincitrice italiana è la studentessa genovese Laura Barberis, che frequenta il Liceo Internazionale Linguistico “Grazia Deledda”. La sua insegnante Rossella Risso ha così commentato la vittoria di Laura: “Dal 1872 la nostra scuola promuove una cultura aperta e internazionale e quindi siamo particolarmente onorati per questo importante riconoscimento europeo al nostro istituto, a Laura e a tutti i nostri studenti che quotidianamente sono impegnati assieme a noi con passione e entusiasmo”.

Una passione espressa al meglio anche da una frase riportata sul sito della scuola: “La conoscenza delle lingue veicolari europee è una precondizione senza la quale nulla è pensabile”.


Più di 3 000 adolescenti di 751 scuole hanno partecipato al concorso e le loro traduzioni sono state valutate dai traduttori professionisti della Commissione. I vincitori, uno per ciascuno Stato membro, saranno invitati alla cerimonia di premiazione a Bruxelles l’8 aprile, quando riceveranno un trofeo direttamente da Androulla Vassiliou, Commissaria europea responsabile per l’Istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù.

“Le abilità linguistiche aprono la mente, arricchiscono la vita e possono migliorare l’occupabilità. Voglio incoraggiare un maggior numero di giovani a studiare le lingue. Dobbiamo fare in modo che i ragazzi siano consapevoli di tutti i vantaggi pratici che ne derivano, dalla capacità di parlare nella lingua locale quando si viaggia alle maggiori opportunità occupazionali, un fattore molto importante in un’epoca in cui molti hanno difficoltà a trovare lavoro nel proprio paese” ha affermato la Commissaria Vassiliou.

I traduttori della Commissione europea organizzano questo concorso dal 2007 per condividere la loro passione per le lingue. Gli studenti che hanno partecipato alle prove lo scorso novembre potevano scegliere una qualsiasi delle centinaia di combinazioni possibili a partire dalle 24 lingue ufficiali dell’UE: questa volta hanno tradotto complessivamente in 157 combinazioni, il numero più alto mai registrato.

La popolarità del concorso è andata crescendo di anno in anno sia per il numero dei partecipanti che per la diffusione geografica: hanno partecipato studenti da La Réunion, 2 000 kilometri a sud dell’Equatore, fino a Kittilä in Finlandia, a nord del Circolo polare artico.

Sull’elenco dei vincitori figurano scuole che avevano vinto già in precedenza e scuole che hanno partecipato per la prima volta. La scuola che ha registrato il maggior numero di successi dall’avvio del concorso è la “Salzmannschule Schnepfenthal” in Turingia, Germania, da cui provenivano i vincitori nazionali di quattro concorsi.

“Due ore in silenzio trascorse in concentrazione non facevano pensare a un esame” ricorda Paula Schembri, la vincitrice maltese dell’edizione 2008 che ora, cinque anni dopo, è tirocinante presso il servizio di traduzione della Commissione. Per la maggior parte dei giovani vincitori il viaggio a Bruxelles in aprile può essere la prima visita alla capitale belga, ma se seguono l’esempio di Paula potrebbe non essere l’ultima.

Il concorso “Juvenes Translatores” (“giovani traduttori” in latino) è organizzato ogni anno dalla Direzione generale della Traduzione della Commissione europea. Il suo obiettivo è promuovere l’apprendimento delle lingue nelle scuole e permettere ai giovani di farsi un’idea di come funziona il mestiere del traduttore. Il concorso è aperto a studenti diciassettenni delle scuole secondarie (quest’anno hanno partecipato ragazzi nati nel 1996) e si svolge contemporaneamente in tutte le scuole selezionate nell’Unione europea. Il concorso ha spronato alcuni dei partecipanti a intraprendere studi di lingue e a diventare traduttori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here