UN SONNO TRA I GHIACCI QUELL O DELLA BELLA ADDORMENTATA AL CARLO FELICE

0
CONDIVIDI
carlo-felice-balletto-san pietroburgo

carlo-felice-balletto-san pietroburgo carlo-felice-balletto-san pietroburgoGENOVA. 19 GIU. Ieri sera sono tornati ad entusiasmare il pubblico genovese con i loro pattini ai piedi i giovani della compagnia Balletto sul ghiaccio di San Pietroburgo che per questa terza performance (sofferta fino all’ultimo per problemi tecnici alla pista allestita sul palco del Carlo Felice) hanno portato La bella addormentata.

Quello che il grande Rudolf Nureyev definiva “il balletto dei balletti”, il più rappresentativo della purezza della danza di scuola accademica frutto del contributo fondativo franco italiano maturato alla corte degli zar. Certo i virtuosismi presenti nella coreografia originale nata su punte e non su pattini hanno un sapore diverso , qui ci sono le scivolate, i giri in aria o in pliè parallelamente al suolo (sit spin), le trottole, i rimbalzi, le spirali, ma ciò non toglie che la tecnica della compagnia russa che prevede regolari classi di danza classica per i pattinatori sia arrivata ad un’espressività sempre più teatrale che non penalizza la resa.

Il balletto ha presentato un primo atto un po’ giù di corda, con qualche incertezza ed anche una caduta da parte di una pattinatrice del corpo di ballo, ma nel secondo atto, soprattutto nella ultima scena quella della festa del matrimonio, che prevede una serie di passi a due brillanti, si è assolutamente riscattato.

 

Si sono apprezzati i solisti che impersonano alcuni famosi personaggi delle fiabe, Capuccetto rosso ed il lupo, il gatto con gli stivali e la sua gattina, l’uccellino azzurro. Le migliori esecuzioni le hanno offerte la fata dei lillà, Kerina Beresneva e la strega Carabosse interpretata dalla danzatrice più anziana della compagnia (42 anni) Marina Lekmus dalla ottima tecnica e grande espressività .

Lo spettacolo sarà al Carlo Felice fino a domenica 21 per la pomeridiana delle 15,30 turno c.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO