Un serpente Natrix a Savona

0
CONDIVIDI
Serpente natrix tassellata a Savona
Serpente natrix tassellata a Savona
Serpente natrix tassellata a Savona
Serpente natrix tassellata a Savona liberata dalla rete
Serpente natrix tassellata a Savona liberata dalla rete

SAVONA. 17 AGO. Era lunga una cinquantina di centimetri e si contorceva, cercando inutilmente di liberarsi da un pezzo di rete da pesca Parliamo di un’ innocuo serpente Natrix tassellata, che un giovane ha trovato nel suo orto in via Gozo, in piena città a Savona.

A differenza ancora di troppe persone che non esitano ad uccidere ogni rettile che incontrano, il ragazzo l’ha delicatamente messa in un sacchetto e l’ha portata alla vicina sede della Protezione Animali; qui è stato chiamato un esperto erpetologo, Mauro Chiola, che coll’aiuto dei volontari l’ha liberata dalla rete e, dopo averne constatato la buona salute, l’assenza di ferite e lo stomaco ancora pieno dell’ultima preda, l’ha liberata in una zona idonea della periferia.

La Natrix tassellata può raggiungere il metro di lunghezza, non è velenosa, è molto timida e non si conoscono casi di sua morsicatura; si difende emettendo dalla cloaca un liquido puzzolente; è abbastanza diffusa nei nostri corsi d’acqua dove si ciba di pesce ed è quindi anche possibile che sia finita nella rete di qualche pescatore di frodo, che l’ha poi abbandonata; come tutti i rettili che vivono in Liguria è protetta dalla legge e ne è vitata la cattura e l’uccisione.

LASCIA UN COMMENTO