Un mail bombing per salvare le caprette della Palmaria

0
CONDIVIDI
Un mail bombing per salvare le caprette della Palmaria

LA SPEZIA. 14 OTT. L’Ente Nazionale Protezione Animali, attraverso la propria pagina Facebook, ha lanciato un’iniziativa di ‘mail bombing’ contro il progetto del Comune di Portovenere che vorrebbe abbattere le caprette dell’Isola Palmaria.

Ecco l’appello: “Il Sindaco di Portovenere Matteo Cozzani vuole eliminare le capre della Palmaria e per la loro eradicazione ha messo in campo un progetto di 50.000 euro, di cui 13.000 dei quali da riconoscere al professionista che lo realizzerà. Nella relazione comunale le capre vengono definite “specie aliena” da considerare una minaccia per la biodiversità e nonostante siano amatissime dai turisti dovrebbero essere eliminate con spari, trappole, avvelenamento, diffusione di malattie e addirittura con il metodo di Giuda, vale a dire l’uso delle femmine in calore per attrarre  i gruppi e favorire l’abbattimento in massa. RECAPITATE LE VOSTRE PROTESTE DIRETTAMENTE AL SINDACO SPEDENDO UNA LETTERA O UN MESSAGGIO AI SEGUENTI INDIRIZZI: Al Sindaco del Comune di Portovenere – Via Garibaldi, 9 – 19025 Portovenere. Fax 0187/794888; E-Mail : [email protected]

Dall’associazione oltre a ritenere ‘inaccettabile’ l’abbattimento, vengono avanzate alcune soluzioni fra cui l’adozione degli animali in varie strutture che potrebbero essere disponibili oppure da privati cittadini.

 

Anche Vittorio Sgarbi si è detto pronto “ad adottarle anche tutte”.

LASCIA UN COMMENTO