Home Cronaca Cronaca Italia

UN ARRESTO, UNA DENUNCIA E 60 PERSONE IDENTIFICATE ALLA MANIFESTAZIONE DI IERI SERA

0
CONDIVIDI

alle 23,20 sulla linea Genoa-La Spezia: ? questo il bilancio dei disordini avvenuti ieri sera tra le frange oltranziste dei tifosi genoani e le forze dell’ordine. L’arrestato ? di un genovese di 21 anni, Fabio Pratic?, trovato in possesso di una bomboletta di spray urticante, non permessa nel nostro paese. Un altro genovese, Massimo Margherita, di 34 anni, ? stato denunciato in quanto partecipava al corteo indossando un casco da motociclista. Sono una sessantina, infine, le persone che sono state identificate durante il blocco della ferrovia.

Un Carabiniere del Battaglione Liguria ha ricevuto una bottigliata alla schiena ed ? stato giudicato guaribile in 10 giorni, mentre un agente del terzo reparto mobile di Milano ha riportato una contusione al ginocchio, con prognosi di 5 giorni. Alcune persone, tra i manifestanti sono rimaste intossicate dai lacrimogeni ed una ragazza ? caduta riportando la distorsione di una caviglia.

Oggi in una dichiarazione il Questore di Genova, Salvatore Presenti afferma: “Sono soddisfatto del comportamento professionale tenuto dagli agenti. In particolar modo gli appelli che abbiamo rivolto alla tifoseria sana del Genoa sono stati ascoltati e i teppisti pi? violenti in molti casi sono stati isolati. I protagonisti degli incidenti non sono sostenitori del Genoa, ma teppaglia che approfitta di queste manifestazioni per compiere danni. Noi abbiamo adottato la linea dura che avevamo deciso con il Prefetto e la cosa ha pagato. Molte persone, anche grazie ai nostri filmati, dopo essere stati identificati, verranno denunciati, in particolare per il blocco ferroviario, ma anche per quello stradale.


Ieri sera alle 22 un gruppo di tremila persone era sceso da piazza De Ferrari, in via XX Settembre, per arrivare in piazza Verdi e alla Stazione Brignole.
Qui avevano ingaggiato un combattimento con le forze dell’ordine proteggendosi con una barriera di alcuni cassonetti dati alle fiamme; respinti dalle forze dell’ordine in protezione di Brignole, i giovani aggiravano il blocco, entrando in stazione dalla parte retrostante, attraverso il deposito di un’azienda. Sui binari di Brignole le forze dell’ordine hanno caricato, sparando lacrimogeni e disperdendo il corteo. I manifestanti si sono cos? spinti nel quartiere di San Fruttuoso attraverso via Archimede, piazza Giusti e piazza Martinez per disperdersi a met? di corso Sardegna e in via Ayroli, dando alle fiamme cassonetti e campane per la raccolta differenziata dei rifiuti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here