ULTIMO MINUTO LN. AVVISO ONDATA DI CALORE 3 FINO A VENERDI

0
CONDIVIDI
caldo CALORE alert comune

caldo CALORE alert comuneGENOVA. 22 LUG. La Protezione civile del Comune di Genova comunica che il Ministero della Salute ha aggiornato l’avviso per ondata di calore nella nostra città prolungando la previsione di ondata di calore livello 3 alla giornata di venerdì 24 luglio.

Nelle giornate di oggi, domani e venerdì è dunque prevista la condizione di livello 3 (ondata di calore, condizioni elevate di rischio persistenti, temperature elevate e condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute in particolare su anziani, bambini, persone con malattie croniche).

Le temperature previste saranno: oggi tra 27 e 31 gradi (temperatura percepita 36 gradi); giovedì 23 luglio temperatura tra 25 e 29 (percepita 34); venerdì 24 luglio temperatura tra 26 e 31 gradi (percepita 34).

 

Si raccomanda di osservare regole utili a prevenire i rischi evitando, per quanto possibile, di uscire e comunque di prolungare l’esposizione nelle ore più calde della giornata, dalle 11 alle 18. Tale comportamento è particolarmente necessario per gli anziani, i bambini e le persone con patologie. Si consiglia di bere acqua con regolarità, escludere gli alcolici e le bibite gassate o gelate e consumare pasti leggeri e poco conditi. È in funzione il numero verde della Regione Liguria per informazioni e assistenza socio-sanitaria: 800995988 (dal lunedì alla domenica dalle ore 8 alle 20).

Mentre rinnova tali raccomandazioni, il Comune di Genova precisa di non aver adottato alcun provvedimento per modificare gli orari di apertura degli esercizi commerciali.

A questo riguardo l’assessore alla Protezione civile Giovanni Crivello precisa: “Le raccomandazioni e i consigli di comportamento per l’ondata di calore, che rinnovo a tutti e in particolare alla popolazione più esposta ai rischi, non implicano assolutamente una modifica degli orari degli esercizi commerciali molti dei quali, tra l’altro, una volta raggiunti, offrono ambienti climatizzati. Il Comune è ovviamente attento a vagliare ogni proposta degli esperti per meglio affrontare le emergenze, ma una tale misura non era stata sottoposta al Centro operativo comunale né tanto meno deliberata ed è stata esclusa anche in un incontro, appena concluso, tra Protezione civile e servizi socio sanitari del Comune”.

LASCIA UN COMMENTO