Home Sport Sport Genova

UISP CALCIO, IL LAVORARE EMETTE LE SUE SENTENZE

0
CONDIVIDI

UISPGENOVA 06 GIU. E’ finita. Dopo quasi nove mesi di emozioni, passione e sano agonismo, si è conclusa l’edizione  2012-2013 del campionato del Lavoratore di calcio a undici, Serie A1, con la disputa della trentesima ed ultima giornata. Mancavano ancora due verdetti: chi sarebbe retrocesso nel Lavoratore A2 insieme alla Carrozzeria Italia.

La “condanna” è arrivata per Campomorone S. Olcese (terz’ultimo) e Linea Messina Virtusestri (penultimo). Un’autentica beffa per i santolcesini, a cu non è bastata la vittoria per 1-0 contro la Carrozzeria Italia. La squadra di mister Bricola è giunta appaiata al Genova Lex, che nell’ultima gara ha strappato un pari (1-1) alla quotata Campese Amatori. Gli “avvocati” si sono salvati perché erano in vantaggio negli scontri diretti con la compagine di Gianluca De Marco.

I sestresi hanno completamente sbagliato la gara con l’Ansaldo Energia, perdendo per 2-4. E sono rimasti a quota 20. Avevano iniziato bene la stagione, ma poi sono calati vistosamente, pagando a caro prezzo qualche disattenzione e l’assenza di qualche giocatore chiave. La retrocessione è diventata inevitabile.


Anche il Campomorone S. Olcese sembrava nelle prime partite immune da ogni rischio. Ma nel girone di ritorno è incappato in un lungo “black out”, che l’ha portato sul fondo. Nelle ultime partite, i biancoverdi hanno avuto una splendida reazione, ma la loro rimonta è stata tardiva. Il Genova Lex, più abituato a lottare per la salvezza, è riuscito a prevalere, seppure d’un soffio.

In vetta, la Fia Italbrokers, laureatosi campione alla penultima giornata, ha terminato le sue fatiche con un pareggio a reti inviolate contro il sempre temibile Sori. La Pedemontana ha certificato il suo secondo posto, liquidando nello scontro diretto l’Independiente con un perentorio 4-1. La formazione di Graziano Pastine, neopromossa, è finita comunque terza, un piazzamento di prestigio.

Quarto il già citato Sori, quinta la rivelazione Astonvilla Barabino & Partners, che ha diviso equamente la posta con la Stella Rivarolese per 1-1. Infine, la Cattolica Bogliasco, già salva, ha ceduto di misura (2-3) di fronte agli Anni 50 Bogliasco. L’AF Calcio Alcor ha osservato il suo turno di riposo. (Francesco Ferrando)

(

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here