Home Cronaca Cronaca Genova

Ue: migranti 80% irregolari, non profughi. Genova, ieri altri 115

0
CONDIVIDI
Business immigrati, in arrivo sanzioni ai proprietari che affittano case senza informare i sindaci

GENOVA. 8 DIC. Italiani sempre più poveri. Loro in hotel e nei centri delle coop, con vitto, alloggio, mancetta e wifi gratis. I nostri soldi vengono spesi per l’accoglienza dei migranti e progetti di integrazione per l’inserimento sociale, anche se per l’80% non sono profughi.

“Se si confronta l’Italia con la Grecia, vediamo che fino all’80% dei migranti che attraversano il mar Egeo sono profughi, mentre la maggioranza di quelli che arrivano in Italia dal Mediterraneo centrale, anche in questo caso l’80%, sono irregolari”.

Lo ha detto oggi il commissario Ue Dimitris Avramopoulos a chi chiedeva di pensare a una modifica dei criteri di ridistribuzione degli stranieri per nazionalità, visto che in Italia non ci sono abbastanza siriani ed eritrei candidabili. Pertanto, sulla base di numeri e dati di fatto, la Ue ha risposto che non intende affatto cambiare quei criteri.


Novembre è stato il mese “record” per i ricollocamenti di richiedenti asilo. In tutto sono stati 1.406, ossia secondo la Ue, il livello “più alto finora”. Finora sono state ridistribuite 8.162 persone, 6.212 dalla Grecia e 1.950 dall’Italia. Per la Ue, gli Stati europei ora devono aumentare i propri sforzi per raggiungere l’obiettivo previsto per settembre 2017 (per l’Italia sono previsti 34.953 trasferimenti).

I Paesi che, sia pure con piccoli numeri, hanno accolto i migranti dall’Italia sono Bulgaria, 140; Repubblica Ceca, 20; Estonia, 8; Lituania e Polonia non hanno ancora accolto, ma hanno offerto rispettivamente 60 e 35 posti. Ungheria e Slovacchia non hanno offerto neanche i posti.

Intanto a Genova e in Liguria è allarme posti. Ne mancano circa 300 e i migranti, per lo più irregolari, dovrebbero essere collocati nei Comuni della provincia genovese.

La Prefettura di Genova ha comunicato che “in data 7 dicembre 2016 sono arrivati 115 migranti destinati alla Regione Liguria, così distribuiti: 58 a Genova, 17 a Imperia, 17 a La Spezia, 23 a Savona. Gli stessi sono stati ospitati in strutture di accoglienza temporanea site sul territorio della Regione. I migranti destinati a Genova sono stati accolti per lo screening sanitario presso la struttura ubicata in Genova Campi e, quindi, assegnati alle strutture di accoglienza individuate sul territorio metropolitano”.

Tutti i numeri dei migranti sulla pagina del sito web  http://www.prefettura.it/genova/contenuti/585360.htm

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here