Home Sport Sport Genova

Udinese-Samp, Giampaolo “Decimo posto possibile”

0
CONDIVIDI
Giampaolo

GENOVA 22 MAG.  C’era elettricità nell’aria alla “Dacia Arena”. «È positivo che sia stata una gara nervosa, anche se c’era in gioco solo il decimo posto. Vuol dire che è cambiata la cultura, vuol dire che le partite si giocano sempre fino in fondo a prescindere dai traguardi a disposizione». A parlare è Marco Giampaolo, che apprezza il piglio battagliero con cui è stata giocata la sfida con l’Udinese.

Sudore. Ad accendere la miccia è stata soprattutto l’esultanza di Muriel dopo l’1-1. Ma il mister non dà la stessa lettura dell’episodio: «Avrebbe meritato solo il giallo, poi credo che l’arbitro abbia registrato qualcosa quando è stato rincorso da Danilo, che lo ha preso per il collo. È stata una gara dura, difficile. Entrambe le squadre hanno attinto alle ultime energie della stagione e i miei hanno sudato la maglia».

Novità. «Il decimo posto è ancora alla nostra portata – conferma senza mezzi termini -, per me è un obiettivo tecnico importante perché la squadra ha dato tanto in questa stagione. Per come siamo partiti, con tante novità, con tanti giovani, abbiamo saputo anche andare oltre. Praet? Per me è un gran giocatore. Lo vedo centrocampista, ma era anche giusto che potesse esprimersi nel ruolo che lui sentiva suo prima dell’arrivo in Italia».


Trend. La coda di questo campionato può suggerire qualcosa in vista del prossimo anno. «È giusto completare tutte le valutazioni – va avanti -, al fine di arrivare alle scelte per la prossima stagione con meno dubbi possibili. Questo vale per tanti, e anche per Djuricic: ecco il motivo per cui è stato utilizzato dall’inizio. La vittoria manca? Sì, è un po’ che non vinciamo, ma fa parte dei cicli che si vedono in Serie A. Prendiamo come esempio il Sassuolo: oggi il suo trend è molto positivo e si fa sotto, ma ha fatto interi mesi senza vincere».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here