Home Cronaca Cronaca Genova

Uccise bimba di un rapallino, pm: ergastolo per il serbo, nuovo compagno madre dominicana

0
CONDIVIDI
La baracca ex pizzeria nel pisano, sequestrata dagli inquirenti, dove viveva la bimba di 3 anni

GENOVA. 7 LUG. Il massimo della pena previsto dal codice penale italiano, ossia ergastolo con isolamento diurno. E’ la richiesta avanzata oggi dal pm Giancarlo Dominijanni, al termine della requisitoria in Corte d’assise a Pisa al processo che vede imputato Tonino Krstic, 32 anni, serbo, accusato dell’omicidio della piccola Samatha, 3 anni, figlia della sua nuova compagna.

Secondo gli inquirenti, la piccola morì il 27 aprile 2016, in una baracca di Calambrone, sul litorale pisano, dove viveva con la madre dominicana, a causa delle botte del serbo.

La donna straniera si era accompagnata al serbo dopo la separazione dal marito e padre della piccola, originario di Rapallo.


Il pm, durante il dibattimento, ha ricostruito la condotta dell’ imputato senza concedergli alcuna attenuante e ritenendo che agì con violenza e senza alcuna pietà nei confronti della bimba.

La madre dominicana nei giorni scorsi è stata condannata, con rito abbreviato, a 10 anni di reclusione per maltrattamenti.

La sentenza nei confronti del serbo è attesa per venerdì prossimo, dopo le repliche degli avvocati difensori.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here