Ubriachi o drogati alla guida, prelievi sangue o saliva coatti

5
CONDIVIDI
Il procuratore Francesco Cozzi
Il procuratore della Repubblica di Genova Francesco Cozzi
Il procuratore della Repubblica di Genova Francesco Cozzi

GENOVA. 15 GIU. Tolleranza zero per i controlli su chi si mette alla guida in stato di ebbrezza alcolica o sotto l’effetto di droga.

Prelievi del sangue per lo stato di ebbrezza alcolica e della saliva per le sostanze stupefacenti in forma coatta per entrambi, in caso di rifiuto di sottoporsi ai test.

Sono alcune delle novità delle linee guida individuate dal procuratore capo Francesco Cozzi ed inviate ai pm genovesi, dopo l’introduzione della nuova legge su omicidio e lesioni stradali. Le linee guida saranno inviate pure alle forze dell’ ordine ed ai medici che operano nei reparti di pronto soccorso.

 

Inoltre, per gli incidenti causati da altre violazioni generiche del codice della strada, ovvero fuori dai casi di guida sotto l’effetto di alcol o droga, è prevista la possibilità al conducente di chiedere la messa alla prova, che farebbe estinguere il reato tra i sei mesi fino ad un anno.

Questa possibilità permetterà ai tribunali di ridurre l’intasamento dei procedimenti, ma soprattutto al conducente di riottenere la patente in tempi più brevi. Con le nuove disposizioni di legge, infatti, in caso di lesioni superiori ai 40 giorni è previsto il ritiro del documento di circolazione per cinque anni.

 

5 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO