Tursi come corso Quadrio, Farello bisticcia con Doria e tira calci ai muri

0
CONDIVIDI
Il capogruppo comunale del Pd Simone Farello
Il capogruppo comunale del Pd Simone Farello
Il capogruppo comunale del Pd Simone Farello

GENOVA. 17 MAG. Il bilancio probabilmente passerà, ma la Sala Rossa di Tursi oggi è diventata quasi come corso Quadrio. Domani si vota.

“Altro che il mercatino delle vacche indicato dal capogruppo pentastellato Paolo Putti” dice Gian Pastorino, ex Sel e attuale consigliere comunale di FdS: “Si sta cercando di ricucire una maggioranza che in realtà non è mai esistita”.

Urla, porte che sbattono, calci nei muri. Alcuni dei suoi stessi compagni di partito hanno riferito che stamane il capogruppo del Pd Simone Farello ha litigato con Doria e avrebbe perso la pazienza, al punto che ha rischiato di farsi male a un piede. La grande rabbia di Farello, che in questi anni ha tentato di tenere unito e mantenere forte il centrosinistra, è esplosa al di fuori della Sala Rossa. Rosso in viso, il capogruppo del Pd è poi rientrato in aula.

 

Tensioni e discussioni nel centrosinistra e tra i fuorusciti del Pd pure oggi pomeriggio, con capannelli dei vari consiglieri nei giardini antistanti la bouvette di Tursi e un andirivieni di tirate e tiratine per la giacca. Forse Doria ce la fa.

Il consiglio comunale è stato sospeso per tre volte, oltre alla pausa pranzo. La prima alle 15,45 per un’oretta. La seconda volta poco dopo, intorno alle 17. Fabrizio Graffione

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO