Tursi 2017, Regazzoni (Pd): faremo la fine dei Democratici Usa

2
CONDIVIDI
Il premier italiano Matteo Renzi con i Democratici Hillary e Bill Clinton

GENOVA. 13 NOV. “Il Pd genovese in affanno cerca disperatamente un candidato da blindare per evitare, una volta di più, il confronto con la città attraverso lo strumento democratico delle primarie. L’apparato del Pd genovese ha oggi paura del popolo. E così rischia di fare la fine del Pd americano. Perché nessun candidato, si tratti di Lorenzo Cuocolo o di Luca Borzani, entrambi in campo, avrebbe possibilità di vincere se si presentasse come scelto dall’apparato del Pd locale in accordo con qualche associazione o gruppo industriale. E non basterà una raccolta di firme della società civile lanciata dopo il referendum per eludere il problema di un vero confronto popolare”.

Lo ha dichiarato oggi l’autocandidato sindaco del Pd Simone Regazzoni, in riferimento alle elezioni amministrative del 2017.

“Auspico che Lorenzo e Luca – ha aggiunto Regazzoni – non si prestino a coprire i giochi del vecchio apparato del Pd locale e che, se vogliono candidarsi, accettino il confronto democratico delle primarie come ha fatto Sala a Milano. Oggi più che mai i candidati di apparato senza una vera investitura popolare, che solo le primarie possono dare, sono destinati a una meritata sconfitta. E dobbiamo dirlo ora, non dopo aver lasciato la città in mano ai 5Stelle o a alla destra di Toti e Salvini”.