Tunisino evaso dai domiciliari, sorpreso su scooter rubato viene arrestato

0
CONDIVIDI
viola l'affidamento in prova ai servizi sociali, marocchino viene arrestato
Tunisino arrestato dalla polizia
Tunisino arrestato dalla polizia

GENOVA. 18 FEB. Un 42enne tunisino, gravato da numerosi precedenti penali e di Polizia era evaso dai domiciliari rendendosi poi irreperibile è stato arrestato mentre accendeva uno scooter rubato.

Gli agenti del Commissariato Pré hanno notato in Vico degli Adorno uno scooter che, dalla verifica ai terminali, è risultato essere stato rubato alla fine di gennaio. Hanno così contattato il proprietario e, in attesa del suo arrivo, si sono posizionati nel vicino Vico Ombroso, continuando a tenere sotto controllo il mezzo senza essere notati.

Tale accortezza è stata premiata quando, di lì a breve, un uomo con in mano due caschi si è avvicinato al motoveicolo e ne ha acceso il quadro comandi con una chiave.

 

I poliziotti sono intervenuti e hanno bloccato l’individuo che, nella circostanza, ha lasciato cadere a terra un involucro in cellophane contenente 4,9 grammi di una sostanza di colore marrone sospetta, che è stata sequestrata per essere sottoposta ad analisi.

L’uomo, condotto in Questura, è stato identificato come trovato in possesso di due coltelli a serramanico, un cacciavite, un tagliaunghie di grosse dimensioni, la cui lama è solitamente utilizzata per forzare i nottolini di avviamento degli scooter e un grosso magnete, utile per rimuovere le placche antitaccheggio dai capi d’abbigliamento. Il tutto è stato sequestrato, così come la somma di 520 euro e un telefono cellulare.

L’arrestato, nei cui confronti è scattata altresì la denuncia per i reati di ricettazione, possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli e porto senza giustificato motivo di armi od oggetti atti ad offendere, è stato associato presso la Casa Circondariale di Marassi.

LASCIA UN COMMENTO