Tunisino da Ancona a Marsiglia, arrestato per violenza in famiglia

0
CONDIVIDI
Il carcere di Ancona dove è stato tradotto il tunisino arrestato a Marsiglia
Il carcere di Ancona dove è stato tradotto il tunisino arrestato a Marsiglia
Il carcere di Ancona dove è stato tradotto il tunisino arrestato a Marsiglia

IMPERIA. 25 GIU. La polizia del commissariato di Ancona, in collaborazione con la Polizia di Frontiera di Ventimiglia, hanno arrestato in Francia un latitante tunisino di 35 anni, con precedenti penali per reati in materia di armi e contro la persona, per violenza sessuale, maltrattamenti in famiglia aggravati e atti persecutori.

L’uomo era stato già arrestato il 4 gennaio del 2015 dalla Polizia per aver tentato di uccidere un cugino che maltrattava la sua ex moglie, con la quale aveva allacciato una relazione sentimentale.

Scarcerato il 7 agosto successivo, il tunisino si era stabilito a casa del suo ex nucleo familiare; come il cugino, anche lui aveva iniziato a maltrattare sia la donna che i tre figli minorenni, tanto che a gennaio scorso i poliziotti gli avevano notificato un provvedimento di allontanamento con il divieto di avvicinarsi alla ex moglie ed ai figli minori.

 

Malgrado ciò il nordafricano, aveva proseguito nel maltrattamento dei familiari e, poco prima che nei suoi confronti venisse spiccato un ordine di cattura, era fuggito.

Infine, grazie alle intercettazioni telefoniche, è stato individuato dalla Polizia francese, a Marsiglia, dove è stato arrestato dagli agenti della Squadra mobile di Ancona.

L’uomo è sttao poi tradotto nel carcere anconetano in attesa di giudizio.

LASCIA UN COMMENTO