Home Cronaca Cronaca Genova

Truffa milionaria: presi gli hacker pachistani. Un covo a Genova

3
CONDIVIDI
Hacker

Sei arresti e 11 indagati. E’ il bilancio di una maxi operazione della squadra Mobile della Questura di Bolzano, in collaborazione con la Task Force Cybercrime della Polizia Criminale di Osnabrück, che è riuscita a sgominare una banda internazionale dedita alle truffe informatiche, composta in prevalenza da cittadini pachistani.

Si presume, hanno spiegato gli investigatori italiani e tedeschi, che la banda, tra l’inizio del 2011 e luglio 2017, sia riuscita a infiltrarsi nei sistemi informatici dei centralini telefonici (tipo “Alcatel Omnipax” e “Siemens Hi-Path”), in uso a grandi aziende private ed enti pubblici tedeschi.

Con questo sistema, i malviventi sfruttavano le utenze telefoniche delle ignare imprese, sulle quali deviavano un grosso volume di traffico telefonico. Il tutto attraverso un trasferimento di chiamata preimpostato.


Alle parti lese risultano essere stati addebitati 3,5 milioni di euro dagli operatori telefonici. Nello scorso aprile le indagini hanno portato a perquisire alcuni uffici ed abitazioni a Genova, oltre che a Bolzano, Roma, Milano, Bergamo, Ancona.

 

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here