Home Cronaca Cronaca Genova

Trovato decapitato nel bosco a Lumarzo: arrestato il nipote

3
CONDIVIDI
Uccise e decapitò lo zio, condannato a trent’anni

GENOVA. 27 OTT. I carabinieri del nucleo investigativo di Genova hanno arrestato stamane Claudio Borgarelli, nipote di Albano Crocco, il pensionato ucciso e trovato decapitato nel bosco di Craviasco di Lumarzo lo scorso undici ottobre.

L’accusa è di omicidio aggravato e premeditato ed occultamento e sottrazione di cadavere. L’indagato, infermiere di 55 anni, è stato trasferito nel carcere di Marassi.

Claudio Borgarelli aveva ammesso i forti dissapori con lo zio, ma ha sempre negato di essere l’assassino. Inoltre, la prova dello stub, ossia della polvere da sparo sulle mani, aveva dato esito negativo.


Tuttavia, gli investigatori, oltre alle varie analisi del dna, hanno acquisito anche immagini di telecamere della zona. Tra le tante, in alcune di queste si vedrebbe l’indagato con un grosso sacco della spazzatura e, addirittura, con una specie di machete legato alla cintola mentre gira nei boschi.

 

 

 

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here